Iom ricerca e istituto oncologico del Mediterraneo ciclo di seminari di oncologia molecolare 1° incontro: trabectedina, prototipo di una nuova classe di farmaci antitumorali

Venerdi 12 luglio alle ore 15, presso la sala convegni dell’Istituto Oncologico del Mediterraneo di Viagrande, si svolgerà il primo incontro di un ciclo di seminari di oncologia molecolare, organizzato da IOM Ricerca in sinergia con l’Istituto Oncologico del Mediterraneo, con l’obiettivo di creare un’occasione di interscambio scientifico con le strutture sia sanitarie che universitarie e di ricerca presenti sul territorio. Tema del primo incontro sarà “Trabectedina, prototipo di una nuova classe di farmaci antitumorali?” il relatore è il dott. Maurizio D’Incalci, prestigioso ricercatore di livello internazionale, direttore del dipartimento di oncologia e del laboratorio di farmacologia antitumorale dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Venerdi 12 luglio alle ore 15, presso la sala convegni dell'Istituto Oncologico del Mediterraneo di Viagrande, si svolgerà il primo incontro di un ciclo di seminari di oncologia molecolare, organizzato da IOM Ricerca in sinergia con l'Istituto Oncologico del Mediterraneo, con l'obiettivo di creare un'occasione di interscambio scientifico con le strutture sia sanitarie che universitarie e di ricerca presenti sul territorio.

Tema del primo incontro sarà "Trabectedina, prototipo di una nuova classe di farmaci antitumorali?" il relatore è il dott. Maurizio D'Incalci, prestigioso ricercatore di livello internazionale, direttore del dipartimento di oncologia e del laboratorio di farmacologia antitumorale dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano.

Negli ultimi dieci anni, il paradigma alla base dei meccanismi tumorali si sta progressivamente spostando da una posizione in cui la cellula neoplastica era centrale e unico fulcro ad un'altra in cui anche l'ambiente circostante (microambiente tumorale) gioca un ruolo di rilievo. In linea con questa evoluzione, gli studi condotti dall'equipe del dott. D'Incalci hanno dimostrato come l'agente trabectedina agisca sia direttamente, inibendo la proliferazione delle cellule tumorali, sia indirettamente inibendo alcuni meccanismi infiammatori, quindi modulando il microambiente e la formazione dei vasi nel tumore. La trabectedina è un composto anti-tumorale registrato in Europa e in molti altri paesi, per la seconda linea di trattamento dei sarcomi dei tessuti molli e per il tumore ovarico. Gli studi dell'equipe del dott. D'Incalci sostengono l'idea che il farmaco possa essere impiegato in modo efficace in molti altri tipi di tumori in cui il microambiente tumorale gioca un ruolo importante nella crescita, metastatizzazione ed anche nella resistenza alle terapie convenzionali.

L'Istituto Oncologico del Mediterraneo (IOM) è un centro oncologico clinico privato accreditato, è un dipartimento di alta specialità, uno dei pochi esistenti in Sicilia. IOM aggrega e mette a sistema medici e ricercatori con l'obiettivo finale di avvicinare al paziente i risultati della ricerca. IOM Ricerca, spin-off dell'Istituto Oncologico del Mediterraneo, rappresenta l'impegno di IOM verso la ricerca oncologica e opera in stretta collaborazione con aziende e con enti di ricerca pubblici e privati. Forti della vicinanza con IOM, IOM-R intende impegnarsi nella ricerca traslazionale con particolare riferimento alla oncologia molecolare, con l'obiettivo di creare un circolo virtuoso che possa favorire il dialogo tra la ricerca di base e la pratica clinica con conseguente impatto positivo sia per le attività diagnostiche che terapeutiche. Inoltre la struttura di IOM-R offre spazi, infrastrutture e servizi di ricerca per spin off o altre realtà imprenditoriali interessate a insediarsi in un ambiente che coniuga ricerca e pratica clinica.

Torna su
CataniaToday è in caricamento