Piazza Università, la Boldrini saluta il tour di Giusy Versace "Insieme nello Sport"

Una visita speciale e molto gradita a Giusy Versace e gli atleti disabili di 'Insieme nello sport' Presente anche il campione del mondo di scherma Paolo Pizzo: "Grazie a Giusy, oggi a Catania abbiamo vissuto la vera integrazione dello sport"

Sabato mattina il presidente della Camera Laura Boldrini, in visita all'Università di Catania, incuriosita dal villaggio dello sport disabile allestito in Piazza Università, prima di entrare nell'ateneo ha voluto fermarsi a conoscere Giusy Versace e salutare gli atleti disabili che, assieme lei, hanno animato la piazza con l'iniziativa Insieme nello Sport.

ll Presidente ha ascoltato con interesse i contenuti del tour che la campionessa paralimpica sta portando in giro per l'Italia (Milano, Bologna, Lecce, Catania e Roma), ribandendo l'importanza dell'attività sportiva e degli ausili sportivi per le persone con disabilità. La Boldrini si è poi congedata confermando che il Governo sta lavorando anche in questa direzione.

La giornata è stata arricchita anche dalla presenza di un grandissimo campione della scherma, il catanese Paolo Pizzo, campione del mondo di spada proprio a Catania nel 2011 e che oggi ha voluto partecipare attivamente alla giornata, per toccare con mano queste discipline. "Ho imparato da questi ragazzi come si superano le difficoltà e come si affronta lo sport. Purtroppo nella mia disciplina il mondo olimpico e paralimpico viaggiano ancora su due binari diversi e distanti, mentre grazie a Giusy Versace oggi a Catania abbiamo vissuto l'integrazione tra questi due mondi. Tutto ciò mi ha permesso di capire che lo sport ha il potere di abbattere le barriere, anche mentali. Io ad esempio ho sfidato a tennistavolo il campione italiano Raimondo Alecci, ho perso 10-1, e ho capito le immense abilità che hanno questi ragazzi. Poi ho provato a tirare di scherma con la campionessa paralimpica Marcella Li Brizzi ed è stato un ottimo allenamento oltre che una gran bella emozione!"

In Piazza Università, oltre alla scherma, gli atleti e il pubblico potevano giocare a basket in carrozzina, a tennistavolo, pedalare con le mani sull’handbike, tiro con l’arco e conoscere le discipline del baseball e del nuoto. ‘Insieme nello sport’ è stata anche l’occasione per testare le ultime generazioni di protesi e ausili sportivi della Össur, marchio leader mondiale nel campo della tecnologia protesica. Molte sono state le persone disabili che hanno per la prima volta calzato piedi in carbonio flex e ginocchi meccanici policentrici o idraulici, sotto la supervisione degli esperti delle officine ortopediche della zona.

"Abbiamo vissuto a Catania una bellissima giornata di unione tra sport disabile e normodotato - afferma Giusy Versace - e questo grazie a persone come Paolo Pizzo che si è messo in gioco e ha provato sulla sua pelle lo sport disabile. Il nostro obiettivo è proprio questo: far conoscere ed introdurre i giovani alla pratica sportiva perchè ritengo che lo sport aiuti a vivere meglio. E' stato bello poter incontrare e mostrare 'Insieme nello Sport' al Presidente Laura Boldrini e sono felice dell'accoglienza e del calore che ci ha riservarto la Sicilia. Sono accorse persone dall'intera regione, da Trapani, Ragusa, Siracusa, Palermo, Messina, Enna e molte altre città. Ringrazio molto anche la polizia municipale per la grande collaborazione prestata. ".

Hanno salutato la manifestazione anche il conduttore televisivo Salvo La Rosa, il commendatore Luigi Maina e il capo di gabinetto del sindaco di Catania Gian Luca Emmi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento