Il "presepe vivente nel presepe" a Castiglione di Sicilia, tra tradizioni e degustazioni

A Castiglione di Sicilia, uno dei borghi più belli d'Italia, incastonato tra l'Etna e l'Alcantara, sarà possibile visitare il Presepe vivente della Giudecca ebraica. Il percorso diventerà un viaggio nel tempo, dalla Corte di Erode alla Sinagoga, passando dalle attività di vita quotidiana ai tempi della nascita di Gesù

A Castiglione di Sicilia, uno dei borghi più belli d'Italia, incastonato tra l'Etna e l'Alcantara, sarà possibile visitare il Presepe vivente della Giudecca ebraica, organizzato dall’associazione “Museo Santi Pietro e Paolo" di Castiglione e dalla Parrocchia “Santi Apostoli Pietro e Paolo”, con il patrocinio del comune di Castiglione di Sicilia, del G.A.L. “Terre dell’Etna e dell’Alcantara”, della “Fondazione Regina Margherita”, del Banco di Credito Cooperativo di Pachino, con la collaborazione della Pro Loco e della diocesi di Acireale.

Il presepe sarà visitabile nei giorni 26 dicembre 2017 e 5 gennaio 2018, dalle ore 16.30 alle 21.30. L’ambientazione, come nella I e nella II edizione, avverrà nell’antico quartiere della Giudecca a Castiglione di Sicilia, piccolo centro medievale del territorio etneo, le cui attività economiche principali sono la produzione del vino, tanto da essere inserita tra le Città del vino e la produzione per uso domestico dell’antica arte del Puntu ‘nglisi.

Un presepe nel presepe che vedrà l’ambientazione dei personaggi, circa cinquanta, nei luoghi religiosi e in un contesto prettamente locale e originale. Suggestive locations accoglieranno le botteghe degli antichi mestieri, come quelle dei Lanaioli, dei costruttori di tegole, dell’artigiano delle candele, dei coltivatori del Baco da Seta. I visitatori, inoltre, potranno gustare prodotti tipici locali. Il percorso diventerà un viaggio nel tempo, dalla Corte di Erode alla Sinagoga, passando dalle attività di vita quotidiana ai tempi della nascita di Gesù.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento