'Quando Catania aveva le mura'

Catania nel passato aveva le mura: è una notizia e nello stesso tempo è una scoperta, sapere che questa città si era dotata di un sistema di difese che la circondavano completamente già in periodo aragonese. Nel 1500 con la diffusione delle armi da fuoco e il loro uso militare divenne più impellente modernizzare le difese e renderle più resistenti ai proiettili sparati dai cannoni.

La passeggiata, parte prima, ci condurrà alla scoperta delle tracce delle mura, dei bastioni e delle porte di cui si era dotata Catania su progetto di Antonio Ferramolino da Bergamo, ingegnere militare, il quale sotto il comando dell'imeratore Carlo V dotò le città prospicienti il mare di adeguati sistemi di difesa sia contro le incursioni dei turchi che contro le "moderne" armi da fuoco

Punto di incontro è il Bastione degli Infetti, costruito intorno al 1553, da quì si proseguirà per la porta del Re, il bastione del Santo Carcere, la porta di Jaci, il bastione di San Michele, bastione di San Giuliano e porta di ferro, bastione di San Salvatore, piattaforma di don Perruccio, porta Vega e porta di Carlo V (altezza di piazza Duomo). Verrà organizzata una seconda passeggiata per completare il giro delle antiche mura. Durata del percorso 2 ore. Per informazioni e prenotazioni: Cell: 339 8425575 ; 3402417248
mail: cpacorsoct@gmail.com. Appuntamento sabato 10 novembre 2018 a partire dalle ore 15.30.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Laboratori teatrali

    • dal 3 settembre 2020 al 7 giugno 2021
    • Teatro Zig Zag
  • Mostra 'Nel lucido buio'

    • dal 26 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Fondazione La Verde La Malfa - Parco dell'Arte
  • Stagione teatrale Sala De Curtis

    • dal 7 novembre 2020 al 22 maggio 2021
    • Sala De Curtis
  • Spettacolo 'Il Re che aveva paura del buio'

    • 24 gennaio 2021
    • Piattaforma Zoom
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CataniaToday è in caricamento