Sherbeth festival, 50 maestri gelatieri da tutto il mondo alla villa Bellini

Domenica, ultimo giorno dell’evento, si svelerà il nome del vincitore del Concorso Procopio Cutò, considerato ormai il “mondiale” del gelato artigianale

Questa sera alle 22,30 presso “l’officina del gelato”, uno degli stand allestiti all’interno di Villa Bellini, si svelerà il nome del vincitore del Concorso Procopio Cutò, considerato ormai il “mondiale” del gelato artigianale. Per vincerlo c’è chi, come la giovane Laura Mesa Franco, si è fatta più di 10 mila chilometri, per tentare la vittoria con il suo “Copoazù Amazonico”. Diecimila chilometri anche per Tomomi Morikane che, però, è partita dall’altra parte del mondo, Kyoto, per aggiudicarsi il trofeo più ambito dai maestri gelatieri con un gelato al pepe “sansyo” e stracciatella. Dal paese del sol levante arrivano anche Hiroaki Isobe, Satoshi Takada e Misa Shigeki. Poi c’è il team dei Meester Ijsbereiders che gareggiano insieme per portare in Olanda l’ambito premio ed Olsi Shero dall’Albania, Luca Musolesi dalla Cina, Luca Rizzardini dalla Germania così come Luca e Guido De Rocco e Taseer Ahmad dall’Inghilterra. Poi ci sono gli Italiani che rappresentano quasi tutte le regioni: c’è chi arriva da Arezzo, da Canosa Di Puglia, da Milano, da Cagliari, da Roma, da Vicenza, da Ravenna, da Lamezia Terme, Torino, Bolsena, Parma, Pisa ed i tanti siciliani in concorso. “Vincere allo Sherbeth Festival per un maestro gelatiere è un’emozione unica – afferma Fabio Solighetto, vincitore della scorsa edizione del Concorso Procopio Cutò – Sono stato catapultato in un mondo nuovo, fatto di interviste, programmi radiofonici, viaggi e tante altre gratificazioni. Ma quello che porto nel cuore, oltre al momento in cui ho sentito pronunciare il mio nome dal presidente della giuria, è il patrimonio di amici e di esperienza che solo Sherbeth riesce a regalarti”, continua Solighetto che ha fatto patrimonio della partecipazione al festival internazionale del gelato artigianale aprendo una nuova gelateria in Brasile. “La vittoria del concorso Procopio Cutò mi ha incoraggiato ad aprire a luglio scorso ‘L’albero dei gelati’ a San Paolo del Brasile. Mi affascinava il mondo agricolo brasiliano, dove è possibile trovare frutti e metodi di coltura totalmente diversi da quelli che conosciamo qui in Italia. Ci pensavo da tempo ma l’esperienza di Sherbeth mi ha dato quel pizzico di coraggio per dire, ok proviamo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento