Rapporto Ocse: studenti italiani, competenze sotto la media europea

Uno studio condotto dall'Ocse ha accertato che gli studenti italiani sono sensibilmente peggiorati rispetto a 10 anni fa in Scienze, lettura e matematica

La preparazione degli studenti italiani è sensibilmente peggiorata negli ultimi 10 anni. Il dato arriva da uno studio effettuato da Ocse Pisa (Programme for International Student Assessment) che misura le competenze in lettura, matematica e scienze degli studenti di 79 stati.

Secondo questo studio gli studenti italiani di 15 anni hanno competenze scientifiche e di lettura inferiori rispetto a 10 anni fa. Uno studente su 4 in Italia non raggiunge il livello di base di competenze scientifiche. Il voto di lettura è 476 contro la media Ocse di 487 punti.

La situazione migliora leggermente quando parliamo di matematica con un punteggio di 487 a fronte di una media di 489. Uno studente su 4 non raggiunge il livello di competenze di base, la percentuale è del 30% nel Sud Italia.

In tutti gli ambiti l'Italia è stata inferiore rispetto a Belgio, Francia, Germania, Olanda, Gran Bretagna, Polonia, Slovenia, Svezia. 

A livello territoriale gli studenti del Nord ottengono in lettura i risultati migliori rispetto a quelli del sud. Importante anche la tipologia di scuola che viene frequentata: gli studenti dei licei ottengono risultati migliori rispetto a quelli degli istituti tecnici e professionali.

Al vertice del rapporto Ocse abbiamo le province cinesi di Pechino, Shanghai, Jiangsu, Zhejiang e Singapore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università di Catania: avviato il progetto sugli agrumi biologici

Torna su
CataniaToday è in caricamento