Legambiente: comuni “ricicloni”, grande assente la città di Catania

Una consolazione viene dai piccoli paesi etnei in provincia di Catania, nelle prime 10 posizioni sono presenti Licodia Eubea (64,91%), Vizzini (63,41%) e Mirabella Imbaccari (58,40%)

Nella speciale classifica del dossier “Comuni Ricicloni” stilato da Legambiente e presentato nei giorni scorsi a Palermo nella sede dell'Arpa Sicilia grande assente la città di Catania. Per essere “ricicloni” ed entrare nella classifica si doveva raggiungere quota 60% di raccolta differenziata dei rifiuti raccolti nel corso del 2010, finalizzata al recupero di materia.

L’assenza della nostra città all’interno della classifica non è certo una novità. Durante l’assemblea cittadina di pochi giorni fa, organizzata dall’associazione Cittàinsieme, si era denunciato il grave problema della spazzatura non differenziata a Catania e l’impossibilità di raggiungere l’obiettivo del 65 per cento di rifiuti riciclati previsto per il 2015.

Un allarme che viene sottolineato anche da Legambiente e che rivela come la città di Catania sia poco attenta alla raccolta differenziata rispetto a tanti altri comuni siciliani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una consolazione viene dai piccoli paesi etnei in provincia di Catania, nelle prime 10 posizioni sono presenti Licodia Eubea (64,91%), Vizzini (63,41%) e Mirabella Imbaccari (58,40%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento