Una lavatrice che smaltisce i rifiuti organici, il progetto parte da Misterbianco

Produrre biogas ed energia elettrica dai rifiuti organici domestici, selezionando - alla fine del processo - compost di alta qualità, è possibile. E' il risultato del ciclo di sperimentazione del progetto No.Waste, realizzato a Misterbianco dall'Irssat

Produrre biogas ed energia elettrica dai rifiuti organici domestici, selezionando – alla fine del processo – compost di alta qualità, è possibile. E’ il risultato del ciclo di sperimentazione del progetto No.Waste, realizzato a Misterbianco dall’Irssat, l’istituto di ricerca e finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Life plus, ospite d’onore della “Green Week” tenutasi a Bruxelles.

Le ricerche dell’istituto siciliano hanno permesso di appurare che se il robot No.Waste fosse utilizzato da una comunità di 10/15 mila persone, la resa annua in termini di produzione di energia elettrica supererebbe il valore di 70/100 mila euro/anno, alle attuali tariffe degli enti di gestione in Italia.

“L’Irssat ha messo a punto un piccolo robot elettrodomestico in grado di triturare i rifiuti organici domestici e agevolarne la trasformazione in pre-compost -spiega il presidente dell’istituto, Giuseppe Lo Bianco -Il prodotto ritirato a intervalli regolari di una o due settimane ( in ragione dei quantitativi prodotti)  viene sottoposto poi a una seconda fase di lavorazione, che permette la produzione di biogas. Il gas così generato, può essere utilizzato come fonte energetica primaria, o subire una ulteriore trasformazione in energia elettrica. Il “residuo” finale del processo, sarà comunque un compost di alta qualità, ottimo come biofertilizzante in agricultura".

Con la ufficializzazione dei risultati alla Green Week l’stituto è giunto alla fase finale del programma gestito in collaborazione con la Regione Siciliana. Il primo stadio di sperimentazione prevedeva infatti la verifica dell’idea progetto, la realizzazione e il brevetto del robot , la verifica della qualità del compost prodotto e l’analisi dei dati economici generati dal sistema.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La stessa Regione Siciliana – attraverso Maria Pia Bottino, delegata alla Green Week dell’assessore all’ambiente, Mariarita Sgarlata – ha ribadito il proprio impegno all’interno del progetto No.Waste. "Pur nelle difficoltà finanziarie che sta attraversando la Regione – ha detto la Bottino – c'è il nostro impegno a trovare una soluzione che garantisca la fase tre della sperimentazione, secondo la calendarizzazione prevista. Il progetto dell’Irssat, di cui siamo partner, e i suoi sviluppi restano  strategici negli obiettivi del nostro assessorato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento