Dove e come richiedere la Naspi: centri per l'impiego a Catania e modalità di domanda

Coloro che hanno perso involontariamente il lavoro possono fare richiesta all'INPS della 'NASPI', ossia dell'indennità di disoccupazione

Quando parliamo di 'NASPI' ci riferiamo alla 'nuova assicurazione sociale per l'impiego', ossia l'indennità mensile di disoccupazione che viene corrisposta in caso di eventi di disoccupazione involontaria che si sono verificati dopo il 1 maggio 2015.

La NASpI spetta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perduto involontariamente l'occupazione, compresi: apprendisti; soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative; personale artistico con rapporto di lavoro subordinato; dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

Non possono accedere alla prestazione: dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni; operai agricoli a tempo determinato e indeterminato;
lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali resta confermata la specifica normativa; lavoratori che hanno maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato; lavoratori titolari di assegno ordinario di invalidità, qualora non optino per la NASpI.

La NASpI è corrisposta mensilmente per un numero di settimane pari alla metà delle settimane contributive presenti negli ultimi quattro anni. Ai fini del calcolo della durata non sono computati i periodi di contribuzione che hanno già dato luogo a erogazione di prestazioni di disoccupazione.

La misura della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni, se la retribuzione è inferiore a un importo di riferimento stabilito dalla legge e rivalutato annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT e reso noto ogni anno dall’INPS con circolare pubblicata sul sito (1.195 euro per il 2017, 1.208,15 euro per il 2018 e 1.221,44 euro per il 2019).

L'indennità può essere riscossa tramite accredito su conto corrente bancario o postale, su libretto postale o tramite bonifico presso ufficio postale nel CAP di residenza o domicilio del richiedente.

La prestazione è sospesa in caso di: 

- rioccupazione con contratto di lavoro subordinato di durata non superiore a sei mesi. L'indennità è sospesa d'ufficio per la durata del rapporto di lavoro sulla base delle comunicazioni obbligatorie, salvo che il beneficiario della prestazione non effettui la comunicazione del reddito annuo presunto ai fini del cumulo e sempre che il reddito sia inferiore a 8.000 euro;
- nuova occupazione in paesi dell'UE o con cui l'Italia ha stipulato convenzioni bilaterali in tema di assicurazione contro la disoccupazione o in paesi extracomunitari (vedi sezione a seguire dedicata al lavoro all’estero).

Il lavoratore decade dal diritto alla prestazione se:

- perde lo stato di disoccupazione;
- inizia un'attività di lavoro subordinato, di durata superiore a sei mesi o a tempo indeterminato senza comunicare all'INPS il reddito presunto che ne deriva entro il termine di un mese dall’inizio del rapporto di lavoro o dalla data di presentazione della domanda se il rapporto lavorativo era preesistente alla domanda medesima;
- non comunica, entro un mese dalla domanda della NASpI, il reddito annuo che presume di trarre da uno o più rapporti di lavoro subordinato part-time rimasti in essere all’atto di presentazione della domanda di NASpI conseguente alla cessazione di altro rapporto di lavoro di cui era titolare;
- inizia un'attività lavorativa autonoma o parasubordinata senza comunicare all’INPS il reddito annuo presunto entro un mese dal suo inizio o dalla data di presentazione della domanda se l’attività lavorativa autonoma era preesistente alla domanda medesima;
- raggiunge i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato;
- acquisisce il diritto all'assegno ordinario di invalidità e non opta per l'indennità NASpI;
- nei casi previsti dall'articolo 21, comma 7, decreto legislativo 150 /2015, non partecipa, in assenza di giustificato motivo, alle iniziative di orientamento predisposte dai centri per l'impiego.

La domanda deve essere presentata all'INPS esclusivamente in via telematica e a pena di decadenza entro 68 giorni, che decorrono: 
- dalla data di cessazione del rapporto di lavoro
- dalla cessazione del periodo di maternità indennizzato qualora la maternità sia insorta nel corso del rapporto di lavoro successivamente cessato
- dalla cessazione del periodo di malattia indennizzato o di infortunio sul lavoro/malattia professionale, qualora siano insorti nel corso del rapporto di lavoro successivamente cessato
- dalla definizione della vertenza sindacale o dalla data di notifica della sentenza giudiziaria
- dalla cessazione del periodo corrispondente all'indennità di mancato preavviso ragguagliato a giornate; dal trentottesimo giorno dopo la data di cessazione, in caso di licenziamento per giusta causa.

NASPI - Requisiti

- Stato di disoccupazione: si considerano disoccupati i soggetti privi di impiego che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione e che dichiarino in forma telematica al portale nazionale delle politiche del lavoro la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l'impiego. La presentazione della domanda di NASpI equivale a rilascio della predetta dichiarazione di immediata disponibilità (DID)

- Requisito contributivo: sono necessarie almeno 13 settimane di contribuzione contro la disoccupazione nei quattro anni precedenti l'inizio del periodo di disoccupazione. 

- Requisito lavorativo: sono necessarie almeno 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi che precedono l'inizio del periodo di disoccupazione. Le giornate di lavoro effettivo sono quelle di effettiva presenza al lavoro, a prescindere dalla loro durata oraria.

NASPI - Come e dove fare domanda

La domanda deve essere presentata online attraverso il servizio dedicato dall'INPS. Prima di accedere al servizio, è possibile scaricare e consultare un tutorial dal nome “NASpI: invio domanda” per avere istruzioni sulla compilazione dei relativi campi. 

In alternativa, si può fare domanda tramite:

- Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile

- enti di patronato e intermediari INPS, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi

Indirizzi utili - Centri per l'impiego a Catania e provincia

Centro per l'impiego Catania - Via Nicolo' Giannotta, 18/22 - Telefono: 095 387306 - Orario: Lunedì- Venerdì: 9:00- 13:00 Mercoledì: 9:00- 13:00, 15:30-17:30

Centro impiego Tremestieri Etneo - Via Metastasio, 7/A - Telefono: 095 7513125 - 095 7410276 - Orario: Lunedì- Venerdì: 8:30- 12:00, Mercoledì 8:30-12:00 15:00-17:00 - Servizi offerti: accoglienza, orientamento e consulenza, servizi alle imprese, incontro domanda e offerta placement, inserimento lavoratori disabili e categorie protette, promozione tirocini, servizi EURES, sportello giovani, sportello donna, servizi per extracomunitari, orientamento studio, avviamento PA - Comuni di competenza: Gravina di Catania, Mascalucia, Nicolosi, Pedara, San Giovanni la Punta, Sant'Agata li Battiati, Trecastagni, Tremestieri Etneo, Viagrande

Centro impiego Scordia - Via Bennardo, 69 - Telefono: 095 658613 - Orario: Lunedì- Venerdì: 9:00-13:00, Mercoledì 9:00-13:00, 15:00- 17:00 - Servizi Offerti: accoglienza, orientamento e consulenza, incontro domanda e offerta placement, inserimento lavoratori disabili e categorie protette - Comuni di Competenza: Militello in Val di Catania, Palagonia, Scordia

Centro impiego Randazzo - Piazza Tutti i Santi, 1 - Telefono: 095923786 - Orario: Lunedì- Venerdì:8:30- 12:00, Mercoledì 8:30-12:00, 15:00-17:00 - Servizi Offerti: accoglienza, orientamento e consulenza, servizi alle imprese, incontro domanda e offerta placement, inserimento lavoratori disabili e categorie protette, servizi EURES - Comuni di Competenza: Castiglione di Sicilia, Linguaglossa, Piedimonte Etneo, Randazzo

Centro impiego Ramacca - Via XXIV Maggio, 22/24 - Telefono: 095 7932550 - Orario: Lunedì- Venerdì:8:30- 12:15, Mercoledì 8:30-12:15, 15:00-17:00 - Servizi Offerti: accoglienza, orientamento e consulenza, servizi alle imprese, inserimento lavoratori disabili e categorie protette, servizi per extracomunitari, orientamento studio - Comuni di Competenza: Castel di Iudica, Raddusa, Ramacca

Centro impiego Paternò - Piazzale Civiltà del Lavoro, 21 - Telefono: 095853767 - Orario: Lunedì- Venerdì: 9:00-13:00, Mercoledì 9:00-13:00, 15:30- 17:00 - Servizi Offerti: accoglienza, orientamento e consulenza, servizi alle imprese, incontro domanda e offerta placement, inserimento lavoratori disabili e categorie protette, servizi EURES, orientamento studio, avviamento PA - Comuni di Competenza: Belpasso, Paternò, Ragalna

Centro impiego Misterbianco - Via San Rocco Vecchio, 33-35 - Telefono: 095 303184 - Orario: Lunedì- Venerdì: 8:30- 12:00, Mercoledì: 15:00- 17:00 - Servizi Offerti: accoglienza, orientamento e consulenza, servizi alle imprese, incontro domanda e offerta placement, inserimento lavoratori disabili e categorie protette, promozione tirocini, servizi EURES, sportello giovani, sportello donna, servizi per extracomunitari, orientamento studio - Comuni di Competenza: Camporotondo Etneo, Misterbianco, Motta Sant'Anastasia, San Pietro Clarenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento