Rotary, il governatore incontra i sindaci di Acireale e di Aci Castello

Al centro degli incontri lo sviluppo del territorio, la pianificazione territoriale e il turismo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Il governatore del distretto 2110 Sicilia Malta del Rotary International Alfio Di Costa, in visita ai Club di Acireale e di Acicastello presieduti, rispettivamente, da Marco Rubino e da Rino Sardo, è stato ricevuto, in momenti diversi, dai sindaci dei comuni di Acireale e di Acicastello, rispettivamente Stefano Alì e Carmelo Camillo Scandurra. Ad Acireale, presso il bar Cottarelli, dove 60 anni fa fu fatto il primo incontro di club, presenti Il governatore Alfio di Costa, il cosegretario distrettuale Giuseppe Pitari, il presidente Club Acireale Marco Rubino, il vicepresidente del Club Alfio Grassi, il sindaco di Acireale, il socio fondatore Casimiro Nicolosi (l’altro socio fondatore ancora attivo è Paolo Nicolosi), il decano Niccolò Grassi Bertazzi, la presidente Interact di Acireale Ada Martinez, il primo incontro sul territorio del comune di Acireale. Un momento importante durante il quale Alfio Di Costa ha avuto modo di sottolineare come, talvolta, come in questo caso specifico “il Rotary scandisce la vita sociale e culturale di un territorio, ne raccoglie le istanze e, sovente, mette a disposizione le sue innumerevoli professionalità. Un servizio reso, sempre e comunque, tenendo costantemente presente che l’impegno personale di ciascuno e del club è al di sopra dei propri interessi personali”. A seguire il sindaco di Acireale Stefano Alì ha ricevuto Alfio Di Costa, istituzionalmente, al palazzo di Città. Un incontro, durante il quale, si è avuto modo di parlare di sviluppo del territorio, di pianificazione territoriale e di turismo. Occasione questa favorevole per ricordare che “senza infrastrutture la Sicilia non avrà alcun futuro” come ha sottolineato il governatore del Distretto Rotary 2110. “Progetto dell’ambiente e per la salute” questi gli impegni per la comunità acese, ha commentato Alfio Di Costa. “Rafforzeremo questo nostro servizio a favore delle comunità più deboli, con progetti grandi e e piccoli e creando opportunità, specie per chi sta soffrendo” ha concluso Alfio Di Costa lasciando il Palazzo di Città acese. “La mia è una visita per portare il messaggio del presidente internazionale e per far conoscere i progetti che faremo nel distretto e sul territorio. La forza del Rotary è mettere al servizio le nostre professionalità gratuitamente”. “Doneremo un defibrillatore alla città, in una delle principali piazze al servizio di chi ne ha bisogno” ha commentato il presidente del club Marco Rubino ricordando che, quest’anno, il Rotary entrerà nelle scuole per contribuire a diffondere la “cultura e la sensibilità della legalità”. A seguire, Alfio Di Costa ha visitato l’Accademia Zelantea con annessa biblioteca e pinacoteca. “Occasione unica quella di potere visitare – ha sottolineato Alfio Di Costa - l’Accademia degli Zelanti, sodalizio istituito ad Acireale nel 1671 dal vescovo di Catania Michelangelo Bonadies, su iniziativa del canonico sacerdote Giuseppe Cavallaro”. La Biblioteca che costantemente si è arricchita delle cospicue librerie donate da numerosi illustri acesi (conta oggi un patrimonio di più di 250.000 volumi, cui vanno aggiunti opuscoli e riviste), è una istituzione culturale di primo ordine. Al suo interno vi si tengono conferenze e concerti organizzati dall'Accademia Zelantea. Annessa alla biblioteca è la Pinacoteca, fondata nel 1851. Vi sono raccolte tele di pittori acesi a partire dal '600 - val la pena citare Giacinto Platania (1612-1691), Matteo Ragonisi (1660-1734), Pietro Paolo Vasta (1697-1760), Alessandro Vasta (1724-1793), Emanuele Grasso (1789-1853), Antonino Bonaccorsi (1826-1897), Paolo Leonardi (1845-1922), Saru Spina (1856-1943), Francesco Mancini (1863-1948) -, nonche' opere di V. D'Anna, G. Gandolfo, C. Giaquinto, C. Maccari, A. Mancini, F. Michetti, G. Patania, M. Preti, G. Sciuti, G. Tuccari, G. Valasquez. Sono ancora di rilevante interesse, infine, la carrozza del Senato acese e la portantina per il viatico, entrambe del '700. Di spessore, successivamente, anche l’incontro di Alfio Di Costa col sindaco di Acicastello Carmelo Camillo Scandurra, durante il quale ha sottolineato che “Il Rotary è al servizio delle comunità ed è per questa ragione che l’incontro con le istituzioni è fondamentale, prioritario e insostituibile”. E continuando “È un onore per me essere qui al palazzo di città di Acicastello e di questo ringrazio il sindaco e il presidente del rotary club Acicastello Rino Sardo. Un sindaco, per come mi è stato raccontato e per l’evidenza delle cose, disponibile e sempre pronto a qualunque iniziativa in favore della comunità. Tra queste quelle, numerose, progettate dal club Rotary della città”. “Il rotary ieri ha raggiunto un altro grande obiettivo: ha dichiarato l’Africa polio FREE” ha commentato Alfio Di Costa, governatore del Distretto 2110, sottolineando come “non ci sia momento nel quale il Rotary abbia mai perso la speranza”. “Noi – ha continuato l’ingegnere Di Costa – abbiamo a cuore il territorio, la comunità e il pianeta”. Presenti, all’incontro, insieme ad Alfio Di Costa, anche il presidente del Club Acireale Marco Rubino Presente, all’incontro, l’assessore ai servizi sociali Antonella Napoli “orgogliosa – ha dichiarato durante l’incontro - di servire la comunità e di far parte della squadra del sindaco” e Giuseppe Pitari vicesegretario del Distretto Rotary 2110. Al termine dell’incontro, il club Rotary di Acicastello ha anticipato al sindaco che istallerà un pesce mangia plastica sulla spiaggia per “dare una mano al mare e alle coste vittime di questo fenomeno inquietante che ha visto i nostri mari trasformarsi in un’enorme discarica di plastica” ha affermato Rino Sardo. “Questo territorio ha bisogno anche delle nostre professionalità, delle nostre idee, delle nostre donne e dei nostri uomini, per pensare e costruire un futuro all’altezza del valore di questa comunità” ha concluso Alfio Di Costa prima di salutare il sindaco al quale ha consegnato un gagliardetto del Rotary distrettuale.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento