'Dieselgate': risarcimenti in Germania, ora il resto d'Europa

In Germania i consumatori stanno finalmente per ottenere il risarcimento tanto sperato in merito allo scandalo 'Dieselgate' del 2015

Era il 2015 quando scoppiò il cosidetto scandalo 'Dieselgate', che vide coinvolte le auto 'Euro 5' di Volkswagen, Audi, Seat e Skoda.

L'Agenzia americana per la protezione ambientale denunciò la Volkswagen per aver ingannato i clienti, vendendo auto che emettevano più ossido di azoto di quanto dichiarato, aggirando in questo modo la normativa ambientale sulle emissioni di diesel.

In USA gli automobilisti americani hanno già ottenuto un risarcimento in tempi brevi, in Europa questo ancora non è avvenuto.

Un passo avanti è stato fatto in Germania, dove qualche giorno fa è stato raggiunto un accordo tra il gruppo tedesco e la federazione di consumatori in merito alla class action avviata.

Ciascun consumatore avrà un risarcimento che va dai € 1.350,00 agli € 6.257,00.

Questo tipo di class action è stata avviata anche in Italia (hanno aderito 75.000 persone) davanti al Tribunale di Venezia. Si spera che anche nel nostro paese possa essere raggiunto lo stesso tipo di accordo che ha caratterizzato la Germania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento