menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aci Catena, Giancarlo Bonfiglio nuovo Capo di Gabinetto

Ispettore Capo della Polizia di Stato, già più volte consigliere e assessore della città con diverse amministrazioni

Il sindaco di Aci Catena Ascenzio Maesano ha recentemente nominato Capo di Gabinetto del suo staff Giancarlo Bonfiglio.

Ispettore Capo della Polizia di Stato, già più volte consigliere e assessore della città, con diverse amministrazioni. Avrà tra gli altri specifici del suo incarico, il compito di seguire il delicato iter dei lavori del Consorzio Etneo per la Legalità e lo Sviluppo che si occupa della gestione dei beni confiscati alla mafia in 19 comuni della provincia di Catania, oltre che dello stesso ente provinciale.

Di fatto l'Ispettore Bonfiglio si è occupato della gestione del Consorzio sin dai primi passi, quando, allora assessore, fu delegato dall'amministrazione dell'epoca a rappresentare il comune di Aci Catena nella presidenza dell'assemblea.

In quel periodo Bonfiglio, era riuscito a far finanziare dal Ministero dell'Interno, all'interno del P.O.N. FESR "Sicurezza per lo Sviluppo", obiettivo di convergenza 2007/2013, tutti e dieci i progetti presentati da vari comuni aderenti al Consorzio (amministrati da sindaci di differenti colori politici) per un totale di circa 3 milioni di euro, che sarebbero serviti a ristrutturare beni confiscati degradati o costruire nuove strutture su terreni confiscati ad organizzazioni mafiose.

E' di questi giorni la notizia che, aggiudicate le relative gare, i lavori inizieranno a breve e con questi, la successiva consegna ad Enti, associazioni assistenziali, Forze dell'Ordine e in genere a chi ha i requisiti per poter usufruire positivamente di questi beni.

“Sono molto orgoglioso del lavoro fin d'ora fatto dal Consorzio – replica Giancarlo Bonfiglio - anche nella mia breve assenza dalla gestione del consorzio, devo essere grato al sindaco Maesano perchè mi ha permesso, attraverso l'attribuzione del prestigioso incarico, di vedere il fiorire di un lavoro a cui pochi all'inizio credevano veramente. E' anche questo il motivo che mi ha portato ad accettare la nomina, anche a titolo gratuito, consapevole delle difficoltà in cui versa l'Ente e in genere l'intera nazione in questo momento, ma fiero, anche nella veste di difensore delle istituzioni, di dimostrare che dalla terra cattiva, spesso possono nascere piante rigogliose”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento