Amministrative a Motta Sant'Anastasia, D'Alia: "Legittimo riconteggio"

Lunedì mattina, a poche ore dalla conclusione dello spoglio delle schede è stata avanzata una richiesta di verifica sui verbali finiti al vaglio dell' Ufficio centrale dell'elezione del Sindaco e del consiglio comunale del centro etneo

Lunedì mattina, a poche ore dalla conclusione dello spoglio delle schede è stata avanzata una richiesta di verifica sui verbali finiti al vaglio dell' Ufficio centrale dell'elezione del Sindaco e del consiglio comunale del centro etneo. Dalla relativa analisi sarebbero emerse diverse presunte irregolarità, per le quali sono stati convocati i presidenti di sei sezioni su nove e dei loro rispettivi segretari.

"Credo che la richiesta di riconteggio delle schede a Motta Sant'Anastasia da parte di Daniele Capuana sia del tutto legittima e fondata". Lo afferma il presidente nazionale dell'Udc Gianpiero D'Alia.

"Il fatto - continua D'Alia - che siano state riscontrate numerose irregolarità nei verbali e che conseguentemente siano stati convocati per chiarimenti i presidenti di sei sezioni su nove e i loro rispettivi segretari lascia fortemente turbati specialmente nel caso di una consultazione elettorale il cui esito è appeso ad un pugno di voti".  "È nell'interesse di tutti i candidati e della comunità di Motta Sant'Anastasia - conclude - che si faccia immediatamente chiarezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento