Politica

Elezioni, D'Agostino appoggia Pogliese ma Giorgianni non ci sta

La lista civica che fa riferimento a Nicola D'Agostino sosterrà il candidato sindaco del centro-destra, ma l'assessore Michele Giorgianni - sponsorizzato da D'Agostino - non lo seguirà. "Da sempre avversari", spiega l'esponente di giunta

Il candidato del centro-destra Salvo Pogliese è soddisfatto. Ed è effettivamente ha tutte le ragioni per esserlo visto che - come aveva già informalmente fatto notare la pubblicazione dei santini elettorali di Salvo Spadaro - il movimento civico che fa riferimento al deputato regionale Nicola D'Agostino, Catania in Azione, appoggia ufficialmente la sua candidatura a sindaco di Catania. Seppur esterno al Partito democratico, l'onorevole acese è stato eletto sostenendo la lista dem e la candidatura del rettore palermitano Fabrizio Micari, ed è quindi un pezzo di mondo organico al centro-sinistra che di fatto ha abbandonato il progetto di Enzo Bianco.

Alla fine, dunque, sembra aver prevalso il fronte interno dei consiglieri comunali che, nonostante proprio D'Agostino abbia sponsorizzato l'ingresso in giunta dell'assessore ai Lavori pubblici Michele Giorgianni, avevano puntato i piedi sull'appoggio alla candidatura del primo cittadino uscente. Una scelta che ha creato una prima piccola frattura nel gruppo catanese, perché Giorgianni ha spiegato di non voler seguire i colleghi in questa campagna elettorale.

"Ho appreso della scelta dei colleghi di Catania in Azione, e la rispetto. Io però non li seguirò - spiega Giorgianni a CataniaToday -  Del resto io e Salvo Pogliese siamo fieri avversari dai tempi dell'Università". "L'ho anche incontrato qualche giorno fa allo stadio - aggiunge l'assessore - e lui stesso mi aveva detto che non avrebbe mai contato sul mio appoggio".

L’ufficialità dell'endorsement del gruppo nei confronti di Pogliese è arrivata ieri, al termine di un incontro con il coordinatore del movimento, Francesco Ingoglia. “Riteniamo Salvo Pogliese la persona giusta per far voltare pagina a Catania rispetto a un presente certamente non all’altezza del ruolo che la nostra città deve avere - ha dichiarato Ingoglia - Catania in Azione è al suo fianco, con una lista competitiva formata da esponenti politici, della società civile e del mondo delle professioni molto radicata in tutte le realtà territoriali del nostro Comune”. 

“Sono davvero soddisfatto dell’adesione di Catania in Azione alla mia candidatura”, ha evidenziato dal canto suo Pogliese, “è la puntuale dimostrazione che il nostro progetto di governo della città va oltre un semplice schema politico, trovando sostegno nei movimenti civici più dinamici e radicati nella città, anche non collocati nella mia area politica e culturale di appartenenza”.

Catania in Azione, a prescindere dall'ammiccamento del nome ad un universo semantico di destra, è la realtà dentro la quale i 'dagostiniani' si presenteranno al prossimo appuntamento elettorale. E se, fino a qualche giorno fa, il loro posizionamento era ancora incerto, a spazzar via ogni dubbio ci aveva pensato il consigliere comunale Salvo Spadaro che aveva pubblicato sulla propria pagina Facebook il fac-simile del suo 'santino' elettorale, dove si leggeva a chiare lettere "Salvo Pogliese sindaco". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, D'Agostino appoggia Pogliese ma Giorgianni non ci sta

CataniaToday è in caricamento