Amministrative, Micciché: "Serve centro-destra unito anche a Catania"

"Il centrodestra siciliano ha il dovere di essere sempre più compatto, presentandosi agli elettori unito e con candidature a sindaco", ha detto il presidente dell'Ars Gianfranco Micciché

"Le consultazioni per la formazione del governo nazionale e le imminenti elezioni amministrative del 10 giugno, che coinvolgono ben cinque capoluoghi di provincia (Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani) sono due argomenti che le forze di opposizione all'Ars, stanno cercando di sfruttare in tutte le salse. Soprattutto, il Movimento 5 Stelle, che non lesina critiche demagogiche al centrodestra che, ai loro occhi, ha avuto il 'torto' di vincere le elezioni regionali del 5 novembre". Lo scrive sul proprio profilo Fb, Gianfranco Miccichè.

"Per questo motivo, il centrodestra siciliano ha il dovere di essere sempre più compatto, presentandosi agli elettori unito e con candidature a sindaco, scelte collegialmente, di prim'ordine - aggiunge - Ogni partito, come ha spesso fatto Forza Italia, deve abbandonare l'idea di piantare proprie bandierine su questo o quel Municipio. Come hanno dimostrato le elezioni regionali, uniti si vince. Centrodestra compatto, dunque, ma anche i partiti della coalizione devono esserlo per fronteggiare la marea di critiche, spesso ingenerose, che le opposizioni muovono nei confronti del governo regionale e dell'Ars".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento