Anastasi (GC): "Su servizi sociali commissione monitora costantemente"

Il presidente della commissione consiliare interviene a seguito dell'audizione dell'assessore al ramo

L'audizione in commissione dell'assessore Giuseppe Lombardo ha tracciato la rotta per il futuro dei servizi sociali a Catania. Il presidente della commissione consiliare Sebi Anastasi, di Grande Catania, ha salutato positivamente l'incontro con l'esponente della giunta Pogliese che arriva a seguito dei lavori capillari dei consiglieri. Questi ultimi specie dopo il dissesto si sono mossi per capire come ci si muoverà nell'ottica della preparazione del bilancio stabilmente riequilibrato.

"L'assessore ha chiesto di essere ascoltato - spiega Anastasi - e questo è un fatto inedito e che è giusto sottolineare. Per cinque anni all'opposizione ho sempre chiesto quale fosse l'idea di governance dell'amministrazione precedente senza mai avere risposta. Nessuno aveva mai parlato di gestione dei servizi sociali e nessuno si era mai premurato di venire in commissione a riferire. Prima vi era un piano di rientro e volevo capire come la politica lo voleva gestire, quali tagli si volevano effettuare, quale fossero le idee in campo. Adesso con il dissesto è parimenti importante saperlo e il fatto che sia stato l'assessore a riferirlo direttamente alla commissione è importante, perché si tratta di servizi essenziali per le fasce deboli della città".

"Sin dal suo insediamento - prosegue il presidente Anastasi - avvenuto il 21 settembre di un anno fa, la commissione è stata una cabina di monitoraggio costante dello stato dei servizi sociali in città. Così abbiamo lavorato costantemente per sentire dirigenti e funzionari dei settori dei servizi sociali e della ragioneria, puntando sull'assunto che i servizi sociali siano incomprimibili".

Il consigliere così evidenzia una "discontinuità con il passato" e un dialogo con l'assessore che ha chiarito dinanzi ai componenti della commissione come si vorrà agire nel delicato settore dei servizi sociali alla luce del dissesto.

Alcune richieste, nel corso dell'incontro avvenuto lo scorso 25 settembre, sono state avanzate dal Movimento Cinque Stelle. In particolare i consiglieri Bonaccorsi e Diana hanno chiesto lumi sul bando relativo alla nomina del Garante per la Disabilità e intendo capire se approderà in consiglio il testo per la consulta delle disabilità.

Inoltre Bonaccorsi ha chiesto soluzioni per i servizi rivolti ai disabili che risiedono nella zona di Vaccarizzo, magari ripristinando il vecchio servizio "Pollicino" dell'Amt che consentiva il trasporto dei diversamente abili con fermate nel domicilio della persona interessata.

Intanto a partire da ottobre, come ha ribadito anche a Catania Today lo stesso assessore, partiranno i servizi per gli alunni con disabilità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Sidra, il 3 agosto sospesa erogazione idrica: ecco la zona di Catania interessata

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 31 luglio 2020

  • Coronavirus, in Sicilia 7 nuovi contagi: 6 sono nel catanese

  • Incidente autonomo sull'asse dei servizi, un ferito grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento