rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Politica

In casa Pd volano gli stracci: Angelo Villari rinuncia alla candidatura ed attacca Barbagallo

"Spero che anche il segretario regionale - dichiara Villari tirando una frecciatina ad Anthony Barbagallo - a questo punto, abbia il coraggio di ritirare la sua candidatura al parlamento nazionale, perché la nostra comunità non capirebbe un tale premio"

"Quanto è avvenuto in queste ore è il risultato di una gestione da parte del segretario regionale del Pd, personalistica e in assenza di collegialità. Da segretario provinciale di Catania, seconda città della Sicilia, apprendo solo dalla stampa quanto è avvenuto che ha mortificato le strutture provinciali e tutto il gruppo dirigente siciliano". Lo afferma il segretario dell'Unione Provinciale di Catania del Partito Democratico, Angelo Villari, annunciando il ritiro della propria candidatura in vista delle elezioni regionali del 25 settembre. "L'intera comunità politica regionale è stata lasciata all'oscuro in queste ore - prosegue - con continui rinvii degli organi del partito. Da giorni sono sulla stampa per una incandidabilità inesistente, priva di fondamento giuridico, senza alcuna solidarietà politica. Sono io oggi che, in questo fallimento, ritiro la mia disponibilità a candidarmi in un partito che partendo dal 'campo largo' e si è ridotto alla totale irrilevanza politica. Spero che anche il segretario regionale, a questo punto, abbia il coraggio di ritirare la sua candidatura al parlamento nazionale, perché la nostra comunità non capirebbe un tale premio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa Pd volano gli stracci: Angelo Villari rinuncia alla candidatura ed attacca Barbagallo

CataniaToday è in caricamento