rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

La Regione nomina il nuovo Cda dell'Ast: Eusebio Dalì unico riconfermato, l'etneo Santo Castiglione presidente

Della triade che finora ha guidato la partecipata che si occupa del trasporto pubblico extraurbano è rimasto nel ruolo di vice solo il fedelissimo di Miccichè. Nel dopo-Tafuri un altro autonomista per la presidenza; nel board pure Tania Pontrelli di Diventerà Bellissima, vicina al governatore Musumeci

La Regione ha nominato il nuovo Cda dell'Azienda siciliana trasporti (Ast). Della triade che fino ad oggi ha guidato la società partecipata che si occupa del trasporto pubblico extraurbano è rimasto soltanto Eusebio Dalì, uomo vicino al coordinatore siciliano di Forza Italia e presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè, riconfermato nel riolo di vicepresidente.

Sono invece usciti dal board di Ast Gaetano Tafuri, ormai ex presidente, e Annalisa Ferrara. Il socio unico Regione li ha rimpiazzati con Santo Castiglione, che ricoprirà il ruolo di presidente, e Tania Pontrelli. Castiglione, per otto anni dal 2004 al 2012 presidente dell'Autorità portuale di Catania, è entrato nel Cda in quota autonomisti (come il suo predecessore Tafuri).

Il neo presidente dell'Ast è uno dei "colonnelli" di Raffaele Lombardo, nonché padre del presidente del Consiglio comunale della città etnea; mentre Pontrelli - componente del direttivo regionale di Diventerà Bellissima - è una "fedelissima" del governatore Nello Musumeci. Il Cda di Ast, che si è già insediato, durerà in carica tre anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione nomina il nuovo Cda dell'Ast: Eusebio Dalì unico riconfermato, l'etneo Santo Castiglione presidente

CataniaToday è in caricamento