rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Politica San Giovanni la Punta

San Giovanni La Punta, il Consiglio dice sì all'aumento della Tari: "Così si scaricano le responsabilità sui cittadini"

La denuncia arriva dal consigliere comunale Santo Trovato: “All’aumento della Tari è stato aggiunto anche l’aumento dell’addizionale – spiega – e questo si traduce con un maggiore esborso economico da parte dei cittadini. I puntesi pagano di più, ma i servizi resi dal comune sono sempre più scadenti"

“L’amministrazione comunale scarica sui cittadini le proprie responsabilità aumentando le tasse”. La denuncia arriva dal consigliere comunale Santo Trovato. “All’aumento della Tari è stato aggiunto anche l’aumento dell’addizionale – spiega Trovato – e questo si traduce con un maggiore esborso economico da parte dei cittadini. I puntesi pagano di più, ma i servizi resi dal comune sono sempre più scadenti. L’aumento, con il via libera del consiglio comunale, è stato giustificato dalla necessità di mettere una toppa alle disastrate finanze comunali, frutto delle scellerate scelte amministrative: consulenze, incarichi professionali e spese folli”.

Per Trovato “il comune è fuori controllo e il territorio abbandonato a se stesso”. Non è la prima volta che il consigliere comunale punta il dito contro l’amministrazione comunale facendo rilevare la girandola di assessori, la mancanza di progettualità, la carenza di interventi di scerbamento e cura delle aree verdi.

“San Giovanni La Punta è un paese dormitorio – conclude Trovato – e si assiste ad un inesorabile declino. L’amministrazione Bellia, giorno dopo giorno, conferma di non essere all’altezza del compito. Un danno grave per tutta la comunità puntese. Si chiederà sempre ai cittadini di pagare più tasse? Il sindaco spieghi qual è la situazione finanziaria del comune e illustri come intende risolvere il problema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni La Punta, il Consiglio dice sì all'aumento della Tari: "Così si scaricano le responsabilità sui cittadini"

CataniaToday è in caricamento