"Baby pride", i senatori della Lega stanno con Cantarella

In una nota due esponenti leghisti a palazzo Madama sostengono l'assessore etneo che aveva attaccato una manifestazione che aveva coinvolto i bambini

"Esprimiamo massimo sostegno all'assessore catanese Fabio Cantarella e sposiamo in pieno le sue affermazioni sulla completa irricevibilità dello scorretto e manipolatorio procedere della CGIL di Catania e del cosiddetto mondo arcobaleno, che in modo meschino hanno coinvolto bambini inconsapevoli imponendo loro arbitrariamente forzature e modi di fare di chi si professa nemico della famiglia naturale. Non ci sottrarremmo mai e poi mai dalla difesa delle prerogative dei nostri bambini che meritano di essere cresciuti senza vergognosi raggiri ideologici e faremo tutto quanto in nostro possesso, in quanto parlamentari, per difendere il concetto di naturalità della famiglia, pesantemente e sotto attacco in questa epoca confusionaria".

Lo hanno affermato in una nota i senatori della Lega William De Vecchis e Simone Pillon a seguito dell'attacco che Cantarella aveva riservato al "baby pride".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento