Politica

Gara settennale per i rifiuti: nessuna offerta per il lotto Catania Centro

Il bando ha suddiviso la città in tre lotti: Nord, Sud e Centro ma per quest'ultimo non è arrivata nessuna busta ma le procedure di assegnazione proseguiranno ugualmente

Vi sono grandi speranze attorno al nuovo bando per la raccolta dei rifiuti di Catania che potrebbe (e dovrebbe) segnare l'avvio della raccolta differenziata in tutta la città. Un bando travagliato che nella sua precedente "uscita" non aveva collezionato offerte e che è stato poi rimodulato e riproposto dalla Srr per la durata di sette anni e un importo che supera i 300 milioni. Il bando divide la città in tre macro zone, o lotti: Nord, Sud e Centro.

Dal verbale di gara, pubblicato oggi dalla Srr, emerge che sono arrivate per il lotto Nord due offerte, per il lotto Sud una e nessuna per il lotto Centro. Nello specifico il lotto Nord prevede un importo di quasi 79 milioni, il Sud di 92 e il Centro di 162. Le ditte che hanno presentato le offerte sono la Eco.Car e la Super Eco. Le procedure della gara però non si fermeranno nonostante l'assenza di offerte per un lotto. A confermalo è anche l'assessore all'Ecologia del Comune di Catania Fabio Cantarella: "Il lotto Centro tra l'altro è l'unico dove il servizio di porta a porta è già avviato, ma in ogni caso si troveranno le soluzioni per assegnarlo, anche con forme diverse come una trattativa aperta a tutte le aziende interessate. I parametri dei vari lotti, ivi compreso quello Centro, sono stati calcolati con un modernissimo software che contempla territorio, esigenze e abitanti. Quindi le autorità preposte proseguiranno quindi ad assegnare gli altri due lotti e speriamo che vi siano tempi celeri".

In particolare per il lotto Sud le procedure dovrebbero essere meno lunghe poiché è arrivata soltanto una offerta. Si tratta di tutta la zona del sesto municipio: un territorio molto esteso che lambisce il confine con la provincia di Siracusa e che è spesso "vittima" di reati ambientali. Anche in questa zona partirà la raccolta dei rifiuti porta a porta con l'eliminazione totale dei cassonetti. Dal 2016 il Comune di Catania ha una gestione esterna, affidata mediante una gara ponte per 120 giorni, con successive continue proroghe, con solo il 20% della città servita dalla raccolta porta a porta. Quella settennale attualmente in fase di espletamento è la sesta gara proposta (le prime quattro a lotto unico tra il 2016 e il 2018) erano tutte andate deserte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara settennale per i rifiuti: nessuna offerta per il lotto Catania Centro

CataniaToday è in caricamento