Catania 2.0 presenta la sua "base operativa" a sostegno di Raffaele Stancanelli

“Abbiamo individuato otto macro aree da approfondire, tra idee e proposte innovative – ha spiegato Diego Cimino, promotore di “Catania 2.0” – Ci occuperemo di università e giovani, infrastrutture, urbanistica e trasporti, ambiente, sport, turismo, eventi e legalità"

"Cento ragazzi catanesi per un progetto politico innovativo a sostegno del Sindaco Raffaele Stancanelli. Un progetto fuori dai classici schemi che prende il nome di “Catania 2.0” e che avrà la sua base operativa al Largo dei Vespri 1", si legge nella nota.

Parte proprio da qui la piattaforma programmatica organizzata dal movimento. “Abbiamo individuato otto macro aree da approfondire, tra idee e proposte innovative – ha spiegato Diego Cimino, promotore di “Catania 2.0” – Ci occuperemo di università e giovani, infrastrutture, urbanistica e trasporti, ambiente, sport, turismo, eventi e legalità. I giovani non sono disaffezionati alla politica, sono disaffezionati ad un modo di fare politica, per questo, adesso, dobbiamo prenderci le nostre responsabilità”.

“C’è il nostro massimo appoggio alla linea politica di Raffaele Stancanelli. Le idee fuori dalle ideologie politiche, i progetti, la forza partecipativa e la crescita dei giovani all’interno di un movimento, rientrano nei nostri capisaldi. Non vogliamo abolire tutto quello che è over 40, ma vogliamo un patto generazionale”, ha concluso Cimino.

Un osservatorio sui temi della città, quindi, da una precisa prospettiva quella dei giovani catanesi che trova il pieno sostegno del Sindaco, intervenuto all’inaugurazione.

“Viviamo un momento difficilissimo, con una crisi economica che ha investito totalmente anche le istituzioni – ha dichiarato Stancanelli –Sono convinto che una valida soluzione possa venire dai giovani e dal loro impegno.  Rappresentano il futuro e devono essere protagonisti del presente. Uno  dei miei obiettivi,  qualora dovessi essere rieletto, è quello di creare una nuova classe dirigente di trentenni che possa prendere le redini della città”.

Presente all’inaugurazione di “Catania 2.0” anche Claudio Corbino - coordinatore dei gruppi spontanei e movimenti civici a sostegno della candidatura di Raffaele Stancanelli- che ha lanciato una “sfida” ai numerosi ragazzi, universitari e non, presenti: “Tutto ciò che ha più di 40 anni non deve essere buttato via. Bisogna prendere questa sfida con umiltà prendendo come esempio chi finora ha lavorato bene. Dobbiamo imparare dai grandi maestri. Ho accettato di sostenere il Sindaco perché lo conosco, lo stimo e so cosa ha fatto per la città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento