Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Cenere dell'Etna, il Pd chiede risorse per Comuni e imprese

Villari: "Si dichiari lo stato di emergenza"

“I comuni etnei duramente colpiti dalle continue ricadute di cenere causate dall’attività dell’Etna, sono stati abbandonati al loro destino. Non è più rinviabile la dichiarazione dello stato di emergenza e dello stato di calamità per attivare tutte le misure necessarie a sostenere comuni e popolazione ormai allo stremo”.

Lo dichiara il segretario dell’Unione Provinciale Catania del Partito Democratico, Angelo Villari, che raccoglie il grido d’allarme lanciato in questi giorni dai sindaci dei centri pedemontani, ripreso da tutti i mass media a tutti i livelli, che da mesi fronteggiano l’emergenza provocata dai continui episodi parossistici del vulcano.

“La situazione, vista l’incessante emissione di cenere, non è più gestibile in autonomia dai comuni, senza fondi e senza mezzi idonei, ma anche dai cittadini e dalle attività produttive che, per ripulire i propri spazi, i cortili, le grondaie, i tetti, ricorrono ormai sempre più spesso a maestranze esterne, sobbarcandosi dei costi non indifferenti. La già dura situazione economica causata dal Covid – prosegue Villari – impone un’attenzione da parte della Regione, dello Stato e della Città metropolitana, che, al contrario, come sempre, sono in netto ritardo rispetto agli eventi. I primi cittadini dei comuni di tutti i versanti etnei chiedono che il governo Musumeci metta a disposizione uomini e mezzi per spazzare e raccogliere la cenere, risorse economiche per lo smaltimento ed il ritorno alla normalità, misure di sostegno alle imprese e ai cittadini. Sono necessari interventi in tempi celeri per eliminare le situazioni di pericolo alla viabilità causate dalla sabbia presente su gran parte della rete viaria, i rischi alla salute e in particolare all’apparato respiratorio e all’apparato visivo provocati dalle particelle in sospensione, le ostruzioni alle caditoie che, con le piogge estive e autunnali, collasseranno irrimediabilmente. Non c’è più tempo da perdere – chiude Villari – si dichiari lo stato di emergenza e lo stato di calamità, i governi regionale e nazionale e la Città metropolitana diano risposte alle nostre comunità senza perdere ulteriore tempo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cenere dell'Etna, il Pd chiede risorse per Comuni e imprese

CataniaToday è in caricamento