rotate-mobile
Politica

Centrosinistra, la coalizione a Chinnici (Pd): "Che sia garante e non solo donna di parte"

L'appuntamento in un albergo di Palermo è durato solo un'ora in cui alla candidata alla presidenza della Regione sarebbe stato richiesto "un generale ridimensionamento del Pd"

È durato poco meno di un'ora l'incontro, in un albergo del centro di Palermo, fra la candidata del campo progressista alla presidenza della Regione siciliana Caterina Chinnici del Partito democratico, il segretario regionale dem Anthony Barbagallo, il portavoce del M5s in Sicilia Nuccio Di Paola e, collegato da remoto, Claudio Fava (di Centopassi). Sul tavolo, in primis, il prosieguo o meno dell'alleanza in vista delle Regionali del 25 settembre.

A richiedere l'incontro, convocato poi da Chinnici, era stato il M5s al termine della riunione di lunedì sera che aveva sancito una spaccatura nel partito fra chi vuole tenere fede all'accordo fatto in Sicilia e chi, sulla scia degli eventi romani, preferisce invece svincolarsi dalla coalizione e presentare un proprio candidato alla Regione.

Il Movimento aveva preparato un elenco di nove punti considerati "imprescindibili" per mantenere l'unità. Sarebbero tre le richieste avanzate dalla coalizione progressista alla candidata alla presidenza della Regione Siciliana Caterina Chinnici durante l'incontro di oggi pomeriggio in un albergo del centro di Palermo. A Chinnici, secondo quanto trapela dalle prime agenzie, sarebbe stato chiesto di essere "garante dell'intera colazione e non solo donna di parte" - come aveva già avuto modo di sottolineare Claudio Fava - e di avviare la campagna elettorale entrando nel merito del programma e il "ridimensionamento" del Partito democratico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrosinistra, la coalizione a Chinnici (Pd): "Che sia garante e non solo donna di parte"

CataniaToday è in caricamento