Comune di Catania: Licandro (pdci-fds), prolungano l'agonia a spese dei contribuenti

L'esponente del Pdci-FdS annuncia: "nei prossimi giorni daremo ai cittadini altre informazioni sulla cosiddetta politica del rigore della giunta Stancanelli"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

"Bugie una dopo l'altra, che purtroppo a snocciolarle diventano peggio di un rosario".

Orazio Licandro, coordinatore della segreteria nazionale dei Comunisti italiani-Federazione della Sinistra, prende spunto da un articolo del giornalista Antonio Condorelli, pubblicato su Livesicilia, nel quale si denuncia lo sperpero del denaro pubblico nell'affitto di un immobile, per ricordare come dai ritardi nei pagamenti degli stipendi delle operatrici socioassistenziali e degli impiegati comunali alla "presunta politica del rigore", "tutto questo dimostra quanto sia una barzelletta l'avanzo di bilancio di cui ciancia l'amministrazione Stancanelli".

L'edificio di cui si parla nell'articolo, di proprietà dell'imprenditore Domenico Toscano e che avrebbe dovuto essere utilizzato come archivio di atti giudiziari,  sarebbe stato preso in affitto dal Comune al costo di 240.000 euro l'anno e rimasto inutilizzato.

Per Licandro, "la verità è che ormai ampi settori dell'attuale amministrazione sono convinti dell'inevitabile dissesto ma cercano di prolungare l'agonia a spese dei contribuenti".

Quindi l'esponente del Pdci-FdS annuncia: "nei prossimi giorni daremo ai cittadini altre informazioni sulla cosiddetta politica del rigore della giunta Stancanelli".

Torna su
CataniaToday è in caricamento