Comune, stipendi in ritardo: polemica tra il Sindaco e i sindacati

Raffaele Stancanelli si difende e spiega che i ritardi cronici sulle mensilità dei dipendenti pubblici sono dovuti ai mancati trasferimenti dei fondi da parte del Governo

A Palazzo degli Elefanti è polemica tra i sindacati e Raffaele Stancanelli a causa del ritardo degli stipendi, fermi al 27 ottobre. La Cisl Fp etnea, infatti, “richiama” il Sindaco di Catania sostenendo che la vicenda dei lavoratori del Comune sta diventando surreale e dichiara: " Il Comune deve provvedere immediatamente ai pagamenti". I rallentamenti cronici, sulle mensilità dei dipendenti, che ormai si ripetono da mesi stanno provocando disagi e malumori all’interno del Comune.

Intanto, il Sindaco di Catania si difende e dopo, ripetute richieste d’incontro, dichiara: “Massima disponibilità a incontrare nuovamente le organizzazioni sindacali dei lavoratori perché abbiamo il comune interesse a difendere i nostri diritti dagli impegni continuamente violati dal governo nazionale”.

Secondo il Sindaco, infatti, il ritardo dei pagamenti è legato ai mancati trasferimenti da Roma.  “Il Governo sta ritardando ingiustificatamente i trasferimenti di risorse che ci spettano a discapito dei lavoratori e dunque dei servizi alla cittadinanza – dichiara Raffaele Stancanelli - Una situazione non più tollerabile che richiede uno sforzo congiunto delle forze sociali, delle istituzioni e della sana politica per fare valere i nostri diritti”.

Il prossimo 12 novembre è stata convocata una riunione tra i sindacati e il sindaco per mettere a punto un percorso triennale di razionalizzazione della spesa e degli uffici comunali.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento