menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Congresso Pd Catania, braccio di ferro Renzi-Cuperlo: ma resta tutto da decidere

Disputa tutta interna al Partito Democratico dove hanno preso parte i soli iscritti in attesa delle primarie dell'8 Dicembre, dove i gazebo saranno aperti a tutti, iscritti e non iscritti al Pd, previo versamento di due euro nelle casse del partito

La sfida delle primarie Pd ha visto un serrato braccio di ferro a Catania e provincia. Cuperlo con 1.903 voti ha distaccato Matteo Renzi,1.546 voti. Una disputa tutta interna al Partito Democratico dove hanno preso parte i soli iscritti in attesa delle primarie dell'8 Dicembre che andranno a decretare il nuovo segretario nazionale dei democratici.

Il trand nazionale sembrerebbe vedere avanti Renzi, in Sicilia l'ago della bilancia resta combattuto. In vista dell'8 Dicembre, inoltre, rimane da chiarire la posizione del presidente Crocetta, il quale fino ad ora non si è esposto. L'appoggio, secondo gli ultimi rumors, potrebbe però andare verso l'area Cuperlo.

Intanto a Catania i sostenitori del sindaco di Firenze, a partire dai Liberal PD, dal sindaco etneo Enzo Bianco e dalle aree che fanno riferimento a Giovanni Burtone, Antony e Giovanni Barbagallo, Gianfranco Vullo, dimostrano ottimismo per i risultati. "Sapevano di partire da un gap nel numero di tesserati, ma la mozione di Matteo Renzi, oltre che nel popolo del centrosinistra, è stata pienamente compresa anche all'interno del Partito Democratico".

Dall'altra parte traspare soddisfazione per la vittoria ottenuta da Cuperlo in territorio etneo tra gli iscritti. Così il deputato della regione Sicilia, Concetta Raia, e il deputato nazionale, Luisa Albanella, commentano la tornata di votazione su facebook: "Una soddisfazione che premia il lavoro capillare svolto dai tanti che hanno sostenuto sin dal primo minuto Gianni Cuperlo a segretario e premia l'idea che il nostro debba essere un partito plurale in cui possono convivere posizioni anche diverse che trovano la giusta sintesi in un confronto dialetticamente serrato e schietto".

Risultati troppo provvisori? Probabile, anche perchè resta da attendere l'appuntamento dell’8 dicembre. Le primarie vere e proprie, appunto. Quei gazebo aperti a tutti, iscritti e non iscritti al Pd, previo versamento di due euro nelle casse del partito. Sarà quello il momento della verità: una partita che non si giocherà solo tra gli iscritti del Pd.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento