Politica

Consiglio comunale, Bianco ancora una volta il più assente

I top e i flop del 2020 nel civico consesso. Dai dati si evincono anche le presenze e le assenze durante le votazioni: maggioranza quasi sempre compatta, mentre M5S e altri consiglieri d'opposizione hanno spesso disertato il momento del voto degli atti

Anche per il consiglio comunale la pandemia ha portato diverse novità, su tutte le sedute del civico consesso in streaming e a distanza- seppur con qualche intoppo - così come le commissioni consiliari. Il supporto della tecnologia si è reso necessario per poter proseguire con i lavori consigliari che hanno visto al vaglio importanti argomenti, tra cui i rifiuti e il destino del nuovo bando, il futuro piano regolatore, il decentramento e tanti altri problema della città che sta attraversando il dissesto oltre il Covid19.

Nonostante sia cambiata la modalità dello svolgimento dei consigli (e c'è stato anche il caso di un positivo che ha costretto tutti a sottoporsi agli screening) il dato relativo alle presenze e assenze non è sostanzialmente mutato. Chi era un assente cronico pre Covid19 ha continuato bellamente ad esserlo anche con le sedute in videoconferenza, mentre chi è stato sempre presente ha fatto sentire - così come il 2019 - la sua voce. 

I top delle presenze e gli assenteisti

Tra i top delle presenze - e non poteva essere diversamente - c'è il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione con 41 ma il più assiduo è stato Alessandro Campisi di Grande Catania, con 42 presenze, a pari merito con il collega di maggioranza Angelo Scuderi. Seguono a ruota Giuseppe Gelsomino di Italia Viva con 41 presenze e poi Sebastiano Anastasi e Luca Sangiorgio con 40. Un gradino più in basso la pentastellata Lidia Adorno con 39 presenze. La medaglia di legno va a Enzo Bianco: l'ex sindaco ha collezionato soltanto 15 presenze e risulta quindi il consigliere comunale meno presente, penultimo un altro esponente dell'opposizione: Mario Tomasello con 17 presenze. Così per il secondo anno consecutivo Bianco si attesta come il più assente e batte, nel 2020, il record negativo del 2019 quando avevo inanellato 18 presenze. Paola Parisi e Salvatore Peci si attestano a quota 21 e l'ex assessore Di Salvo a 23 presenze.

Le presenze durante le votazioni degli atti

Un altro dato, diffuso dal Comune, è quello delle presenze dei consiglieri alle votazioni dei vari atti esaminati dal civico consesso. I meno presenti alle votazioni sono stati Enzo Bianco, con solo 2 "gettoni", e Mario Tomasello ha il record: non è stato mai presente ad alcuna votazione nel corso del 2020. Anche i pentastellati, molte volte per dichiarata volontà politica, hanno spesso disertato la votazione degli atti: la consigliera Adorno ha 10 presenze, la collega Diana 3 e Nasca 7 mentre Fichera ha 9 presenze e Bonaccorsi è stato presente per 13 volte. Nella classifica dei meno presenti alle votazioni vi sono la consigliera Francesca Ricotta (Italia Viva) con 3 presenze e Di Salvo con lo stesso numero, mentre li precedono di poco i colleghi Giovanni Grasso e Alessandro Messina (Lega) rispettivamente con 5 e 6 apparizioni durante il voto. Al contrario chi ha quasi sempre tenuto la presenza durante le votazioni sono i consiglieri di maggioranza come Luca Sangiorgio e Scuderi con 24 presenze; Campisi, Anastasi e Rotella con 22; Santi Bosco e Sara Pettinato con 21 e Russo, Nicotra, Curia e Dario Grasso con 20. Anche Manfredi Zammataro, di Diventerà Bellissima, è stato quasi sempre presente con 19 votazioni. Segno che la maggioranza, nonostante qualche scricchiolio e tensione, al momento del voto ha cercato le ragioni della compattezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, Bianco ancora una volta il più assente

CataniaToday è in caricamento