Debiti comunali: il consiglio li spalma per 30 anni, in aula la maggioranza vacilla

Per l'approvazione la maggioranza non ha i numeri in consiglio e vengono in soccorso indiretto due consiglieri comunali d'opposizione. Polemiche con Notarbartolo non coinvolto nella riunione dei gruppi che sostengono Bianco

Ieri sera il consiglio comunale di Catania si è riunito e ha votato la rinegoziazione dei mutui concessi dalla Cassa depositi e prestiti con 18 voti favorevoli, 5 astenuti e due contrari. Il provvedimento è passato anche se in aula la maggioranza non aveva i numeri. In soccorso sono arrivati i voti di due consiglieri d'opposizione di Grande Catania, Barresi e Parisi​.  Da qui parte anche la denuncia del consigliere Manlio Messina di Fratelli d'Italia: "Altro che opposizione, questa è connivenza con Enzo Bianco, una vera e propria messa in scena. Bianco - continua Messina - ancora una volta rimodula a suo piacimento il piano di riequilibrio finanziario pluriennale in barba a tutto e a tutti". 

La rinegoziazione di 219 mutui è stata fortemente voluta dal sindaco Enzo Bianco e per l'assessore al bilancio Salvo Andò dovrebbe liberare risorse per sette milioni di euro. Per il vicepresidente vicario del consiglio Sebastiano Arcidiacono si sta spostando il problema e dall'elenco dei mutui si evince che tra disavanzo e debiti ci sono un miliardo e mezzo che vengono prolungati per altri 26 anni. 

Nell'area del Partito Democratico non mancano le polemiche con il consigliere Niccolò Notarbartolo, che si è allontanato dall'aula al momento della votazione, “Non sono stato chiamato all’incontro – dice Notarbartolo -, evidentemente perché non solo non vogliono il mio voto ma nemmeno il mio parere”. 

A votare contro, ma permettendo che ci fosse il numero legale due consiglieri di Grande Catania, Sebastiano Anastasi e Giuseppe Castiglione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo leggero decollato da Catania precipita: due morti

  • Precipita aereo leggero, morti il pilota esperto e un giovane allievo

  • Due persone uccise alla Piana di Catania, giallo sul ferimento del terzo uomo

  • Scoperto arsenale, era nascosto in serbatoi sotterrati vicino al lido Le Capannine

  • Duplice omicidio alla Piana di Catania, la confessione: "Sono stato io a sparare"

  • Duplice omicidio nell'agrumeto, l'accusato: "Mi avevano minacciato di morte"

Torna su
CataniaToday è in caricamento