Caltagirone, i 5Stelle scrivono al Ministro per salvare il convento dei cappuccini

A partire dal 2012 è stato abbandonato a causa di gravi carenze strutturali, dalla Provincia di Catania e poi dalla Città Metropolitana di Catania

L’ex convento dei frati Cappuccini di Caltagirone sia recuperato e diventi un polo di eccellenza per le discipline agrarie e per le scienze e culture enogastronomiche. È questo in sintesi il contenuto di un’interrogazione, a prima firma del deputato 5stelle alla Camera, Gianluca Rizzo, indirizzata al ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. Rizzo chiede se sia a conoscenza della situazione di degrado dell’edificio e “se non ritenga opportuno intraprendere iniziative, per quanto di competenza, volte a promuovere un progetto di recupero dello stabile e di rilancio dell'offerta formativa, nell'ottica della costituzione di un polo di eccellenza delle discipline agrarie e delle scienze e culture enogastronomiche, anche attraverso l'attivazione di un tavolo tecnico interministeriale che veda la partecipazione del mondo imprenditoriale e accademico”.

"La storia dell’edificio - afferma Rizzo - un tempo istituto agrario regionale di prestigio in tutta l’isola e più recentemente istituto tecnico agrario regionale è la storia di un lento ed inesorabile declino che lo vede, a partire dal 2012, abbandonato a causa di gravi carenze strutturali, senza alcuna possibilità di recupero prima dalla Provincia di Catania e poi dalla Città Metropolitana di Catania. La situazione di degrado è stata nel tempo acuita da ripetute incursioni di vandali. Dopo l'iniziativa politica volta a recuperare l'area dell'ex Cara di Mineo – afferma Rizzo - puntare l'attenzione su questo storico stabile caltagironese diventa prioritario, e, insieme all’europarlamentare 5stelle Dino Giarrusso, proverò a farlo. Giarrusso ha anche preparato una dettagliata relazione su questa struttura per la segretaria del ministro Fioramonti. La città di Caltagirone è patrimonio dell'Unesco e merita il recupero conservativo dei suoi beni immobili più preziosi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento