Coronavirus: Db, Forza Italia e M5S chiedono aiuti per l'economia e le imprese

Diverse le prese di posizione delle varie forze politiche che chiedono all'amministrazione un impegno per sostenere il tessuto produttivo catanese e i cittadini

Forze politiche differenti ma con un obiettivo comune: chiedere sostegno per la città. Così le richieste del Movimento Cinque Stelle, Diventerà Bellissima e Forza Italia finiscono per assomigliarsi. L'emergenza dovuta al coronavirus, e alle stringenti misure attuate per contenere la diffusione del virus, sta mettendo in ginocchio l'economia nazionale e anche Catania boccheggia.

"In questo momento di estrema crisi non si possono lasciare soli gli imprenditori e le partite Iva", spiega con una nota il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle che ha presentato un ordine del giorno firmato dal capogruppo Emanuele Nasca.

"Con questi provvedimenti, legittimi e giusti, le ulteriori vittime saranno i nostri commercianti e imprenditori che dovranno sospendere le loro attività per far fronte all'emergenza sanitaria in atto. Il senso dell'odg - spiega Nasca - è quello di impegnare la Regione a sospendere l'attività di Riscossione Sicilia nei confronti di tutti gli imprenditori per la durata dell'emergenza e di impegnare il Comune di Catania a fare tutto ciò che è in suo potere, sia amministrativo sia fiscale, per aiutare le aziende in questo momento drammatico e di non abbandonarle".

Anche il consigliere di Diventerà Bellissima Manfredi Zammataro ha annunciato la presentazione di un ordine del giorno a firma anche dei consiglieri Daniele Bottino e Nino Penna per impegnare l'amministrazione comunale a richiedere al Governo un tavolo sulla crisi economica in atto dovuta al coronavirus.

“La crisi economica - ha affermato Zammataro - e l’emergenza sanitaria senza precedenti impegna tutti noi a trovare degli strumenti adeguati per fronteggiarle. Per questa ragione, presenteremo un ordine del giorno per impegnare l'amministrazione comunale a richiedere con urgenza un tavolo di confronto con il Governo Nazionale per individuare misure di sostegno straordinarie per imprese, partite iva, settore primario e turistico”.

“Catania - ha aggiunto Zammataro - specie nel settore agricolo, delle piccole e medie imprese, della libera professione, del terziario sta pagando un conto salato a causa del virus: zero profitti per le imprese prospettive di licenziamenti, impossibilità da parte di cittadini e imprese di far fronte a mutui e prestiti, utenze, tasse. Un quadro drammatico e a tinte fosche che deve essere scongiurato e per farlo serve necessariamente un intervento da Roma. Siamo certi che il sindaco sarà sensibile a queste richieste. Dopo aver salvato Catania dal baratro del dissesto adesso serve un altro sforzo per non far soffrire ulteriormente il nostro tessuto produttivo”.

Anche il gruppo di Forza Italia, con il capogruppo Giovanni Petralia, ha chiesto misure a sostegno delle attività produttive e dei lavoratori autonomi proponendo la "sospensione per sei mesi di tasse e tributi locali, compresi gli avvisi di accertamento dei tributi fatti recapitare alla fine del 2019".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre i forzisti chiedono di attivare "la stessa sospensione anche per i tributi comunali che attraverso ruoli coattivi sono attualmente in itinere e in fase di deliberazione delle nuove tariffe per il 2020 occorre applicare agevolazioni nei confronti di tutte le imprese che non godono di forme alternative di agevolazione previste da norme regionali, nazionali e comunitarie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento