Avvisi di pagamento su debiti prescritti: chiesta interrogazione al Comune

Molti catanesi hanno ricevuto avvisi di pagamento. Per Zammataro "in molti casi si tratta di debiti ormai prescritti, come infrazioni del codice della strada risalenti al 2012"

Il consigliere comunale di Diventerà Bellissima Manfredi Zammataro ha annunciato un' interrogazione sulle modalità di riscossione dei tributi non pagati da parte di Municipia, la concessionaria che per conto del Comune di Catania ha avuto la gestione dei crediti e che, di recente, è stata revocata. “Negli ultimi giorni – spiega Zammataro – decine e decine di cittadini mi segnalano l’arrivo di avvisi di pagamento inoltrati da Municipia per tributi non pagati negli anni precedenti. In molti casi si tratta di debiti ormai prescritti, come sanzioni dovute a infrazioni del codice della strada risalenti al 2012”.

“Ebbene – aggiunge il consigliere – è assurdo pensare che dopo anni di totale inerzia ci si svegli di punto in bianco chiedendo ai cittadini il pagamento di debiti e dei i relativi interessi legittimi, in quanto non dovuti. Da ciò si profila oltre un danno per i cittadini vessati da richieste illegittime, anche un danno per le casse del Comune che non ha riscosso nei termini i propri crediti relativi ai tributi locali, causando un introito perso. In molti altri casi ci sono persino avvisi di richieste di pagamento per tributi risalenti ad anni fa e mai notificati. Un danno che ammonterebbe a milioni di euro. Per questa ragione occorre vederci chiaro e ho predisposto una interrogazione per fare luce su quanto accaduto. Non è tollerabile che a causa dell'inerzia evidenziata da un lato si causa un danno simile al Comune e, dall'altro, si vessano i cittadini con richieste illegittime”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento