rotate-mobile
Politica

Dimissioni di Musumeci, Barbagallo (Pd): “Epilogo naturale di un centrodestra litigiosissimo”

Tra i commenti anche quello di Nino Minardo, segretario regionale Lega Sicilia - Prima l'Italia: "Dopo decenni di chiacchiere - aggiunge - faremo in modo che il ponte sullo Stretto di Messina diventi realtà"

"Sceglierò presto il nome del candidato alla presidenza della Regione Sicilia. Ho fatto una riunione a Catania, le liste della Lega sono gia' pronte. Probabilmente, e questa è la cosa bella, non saranno soltanto liste della Lega, ma sotto le nostre bandiere correranno forze ed energie diverse, culture e politiche diverse. E anche a livello siciliano avremo un risultato straordinario". Aveva detto il senatore Matteo Salvini, all'hotspot di Lampedusa, pensando alle elezioni per il rinnovo dei vertici della Regione Sicilia.

In tarda serata Musumeci ha annunciato le dimissioni da Presidente della Regione con un video pubblicato su Facebook, fissando per il 25 settembre l'election day in Sicilia. Una decisione "sofferta e meditata, motivata da almeno quattro ragioni dettate dal buon senso", ha sottolineato Musumeci elencando i motivi di opportunità che lo hanno indotto a unificare le date elettorali. 

"Per la seconda volta consecutiva un governatore di centrodestra si dimette senza attendere la scadenza naturale del mandato, Ora tocca a Nello Musumeciche, alla fine, ha annunciato le sue dimissioni via Facebook. E' l'epilogo fin troppo naturale per un centrodestra litigiosissimo e di una legislatura che sarà ricordato soltanto perchè è la peggiore della storia. Noi siamo pronti a scendere in campo per vincere". Lo dice il segretario regionale del Pd Sicilia, Anthony Barbagallo.

"Le dimissioni del presidente Musumeci e il conseguente election day che il 25 settembre vedrà l'accorpamento del voto per le regionali con quello per le politiche colgono in pieno la linea e l'auspicio che la Lega aveva espresso in questi giorni. Noi, del resto, per entrambe le elezioni abbiamo gia' liste colme di candidati fortissimi in tutte le province e siamo pronti a governare la Sicilia". Lo dice Nino Minardo, segretario regionale Lega Sicilia - Prima l'Italia. "Dopo decenni di chiacchiere - aggiunge - faremo in modo che il ponte sullo Stretto di Messina diventi realtà e unisca la nostra isola all'Europa, garantiremo una politica seria e dignitosa di contenimento dell'immigrazione clandestina, daremo risposte concrete ad ogni porzione di territorio della nostra Regione. Concetti che, tra l'altro, abbiamo ribadito proprio in queste ore assieme al nostro leader, Matteo Salvini, in visita in Sicilia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni di Musumeci, Barbagallo (Pd): “Epilogo naturale di un centrodestra litigiosissimo”

CataniaToday è in caricamento