Discarica Valanghe d'Inverno, Marano (M5S) attacca Musumeci

Con una interrogazione presentata all’Ars la deputata ha chiesto chiarimenti urgenti in merito alla situazione della discarica oggetto di un rinnovo della concessione Aia per i prossimi dieci anni

Con una interrogazione presentata all’Ars la deputata del Movimento Cinque Stelle Jose Marano ha chiesto chiarimenti urgenti in merito alla situazione della discarica di Misterbianco e Motta Sant’Anastasia, oggetto di un rinnovo della concessione Aia per i prossimi dieci anni.

"La discarica di Valanghe d’Inverno, di proprietà della Oikos, ha ricevuto un iter autorizzativo da approfondire e il presidente Musumeci aveva promesso, ad agosto, la costituzione di un gruppo di lavoro per chiarire la questione. Sinora, però, non si è saputo nulla", dice la deputata.


"Visto che siamo giunti a settembre inoltrato, chiedo di sapere se il presidente ha provveduto alla formazione del gruppo di lavoro ed entro quale termine intende riferire le risultanze dello studio. Quali determinazioni ed azioni, di sua competenza, intende adottare qualora dall’esame dell’atto amministrativo emergano irregolarità per tutelare le popolazioni residenti nelle zone limitrofe alla discarica" , ha proseguito Jose Marano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


“C’è uno stridore e una contraddizione tra il nome del Movimento a cui appartiene il presidente Musumeci e la sua effettiva azione politica. Da un lato il presidente dice – citando il giudice Borsellino – che la Sicilia diventerà bellissima, dall’altro mette in pratica una politica vecchia e che calpesta le promesse fatte e I diritti dei cittadini rinnovando per dieci anni la concessione Aia alla discarica Valanghe d’Inverno che da tempo immemore condiziona la vita della comunità di Misterbianco e di Motta. Il presidente ha promesso che avrebbe costituto un gruppo di lavoro, già entro fine agosto. Visto come sono andate le cose fino ad ora mi pare si tratti dell’ennesima promessa vana e che pagare il conto di decenni di cattiva siano ancora una volta politica i cittadini, attendiamo dal presidente risposte certe e concrete”, conclude la deputata del 5 Stelle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento