menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Abramo: "Rotti i vecchi sistemi politici, ora cambiamento"

"C’è un dato che emerge prepotentemente anche in questa tornata elettorale ed è sempre lo stesso da alcuni anni a questa parte e cioè la disaffezione verso la politica" ha spiegato il candidato sindaco

"L’istantanea che emerge da questa tornata elettorale è impietosa: gli italiani hanno scelto di rompere gli schemi politici tradizionali e votare per il 'cambiamento'. Il Movimento Cinque Stelle si avvia verso un chiaro risultato in Sicilia conquistando tutti i collegi uninominali. Dati, questi, che ci mostrano con evidenza la rottura con il vecchio sistema politico nella nostra Isola ma anche nella nostra città. Bisogna cambiare rotta e il nostro progetto civico oggi ha sempre più forza". A dichiararlo è Emiliano Abramo, candidato a sindaco di Catania che commenta così le elezioni politiche. 

"C’è un dato che emerge prepotentemente anche in questa tornata elettorale ed è sempre lo stesso da alcuni anni a questa parte e cioè la disaffezione verso la politica. La gente non sceglie più. La Sicilia ha, infatti, registrato la più bassa affluenza in Italia, il 62,72%. Un dato ancora in calo rispetto alle politiche precedenti quando aveva votato il 64,68% degli elettori. Fermiamoci un attimo a riflettere - rimarca Abramo - da una parte l’importante risultato raggiunto dai 5 Stelle con un’isola, la Sicilia, che sceglie di ridisegnare la mappa politica uscita dalle ultime elezioni regionali, dall’altro la bassa affluenza alle urne".

"E poi il posizionamento della Lega, da sempre distante e critica sul Meridione d’Italia, che sorpassa Berlusconi e tutta la nomenclatura di Forza Italia. Insomma, sono saltati gli schieramenti politici perché la gente di chiacchiere e false promesse non ne può più. Ed è l’ora di capirlo. Ecco perché ho proposto un progetto di alto profilo civico per Catania. Vogliamo aprire a tutte le forze positive e propositive della città. Io vorrei avere due grandi alleati con me: il partito delle nuove energie e quello dell’astensionismo cioè di tutti quei cittadini che sono stremati dalla politica che non tiene conto delle loro reali esigenze tanto da non esprimere più alcuna preferenza, scegliendo di non andare a votare. Voglio avere tutti questi cittadini al mio fianco per realizzare insieme 'il Grande Progetto' di cambiamento per la nostra città. È Catania".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento