Elezioni amministrative a Caltagirone, una poltrona per sei: si va verso un probabile ballottaggio

CentroSinistra diviso tra Pignataro e Roccuzzo. Ioppolo per la destra e il grillino Sinatra

In principio a Caltagirone era Nicola Bonanno, almeno nel 2012, quando venne eletto con il 69% dei consensi e ottenne il premio di maggioranza di 18 consiglieri su 30. Bonanno fu eletto fuori dagli schieramenti del centro destra e del centro sinistra, fu sostenuto dagli autonomisti di Raffaele Lombardo. Nel 2013, ad un anno dalla sua elezione viene votato il dissesto finanziario dal consiglio comunale. Poi la maggioranza si è sgretolata fino ad arrivare alla sfiducia nell'aprile del 2015 votata da 20 consiglieri su 30.


Elezioni amministrative di domenica 5 giugno 2016: i comuni etnei al voto

Il 5 giugno quindi si andrà a votare un anno prima della naturale scadenza. La corsa a Caltagirone è a sei. Si sono sgretolati i gli schieramenti classici come avviene nella maggioranza dei comuni al voto. Il centro sinistra ha due espressioni rappresentate dal già sindaco per dieci anni, tra il 2002 e il 2012, Franco Pignataro sostenuto dal Partito Democratico e tre liste civiche: La città che vogliamo, Moderati per Caltagirone e Il quadrifoglio e Fabio Roccuzzo ex PD già consigliere provinciale dal 1994 al 2008. Roccuzzo ha due liste civiche a suo sostegno che sono Caltagirone bene in comune e Cambiamo la Città.

Compatto o quasi, almeno sulla carta, è il centro destra che si trincera dietro il deputato regionale Gino Ioppolo fedelissimo di Nello Musumeci. E' stato anche vicepresidente della Provincia di Catania. Ioppolo tenta di riportare il modello vincente del centro destra siciliano con a sostegno le liste di Forza Italia, Caltagirone ci unisce, Caltagirone domani, Patto dei democratici per le riforme – Sicilia futura e Noi Calatini.

A livello nazionale governano con il Partito Democratico ma rimangono ancora espressione del centro destra, si tratta del Nuovo Centro Destra di Angelino Alfano che mette in campo il nome di Giuseppina Giannetto primario di Nefrologia all'ospedale di Caltagirone. Sostenuta dalla lista Movimento Caltagirone Popolare che ha tra i suoi fondatori 5 consiglieri uscenti che appoggiavano l'ex sindaco Nicola Bonanno e che l'hanno sostenuto fino alla fine.

Fuori dagli schemi classici c'è il Movimento 5 Stelle con Giulio Sinatra, specializzato in web marketing è stato scelto dalla base grillina di Caltagirone per guidare la lista per queste amministrative.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiude la lista dei sei Giacomo Consentino del Fronte Nazionale Siciliano, insegnante di religione che accusa le varie amministrazioni di aver miseramente fallito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Sparatoria in centro commerciale dopo litigio: un ferito grave

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

  • Tentato omicidio al centro commerciale, il 19enne ha utilizzato pistola con matricola abrasa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento