rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Il commento

Comunali, Sudano: "Il mio non è un passo indietro, avanti per tutelare unità del centrodestra"

La parlamentare della Lega ha ritirato la propria candidatura a Sindaco di Catania, dopo settimane di trattative ed una campagna pubblicitaria già avviata

"Catania Vale, non è solo un claim da campagna elettorale, ma la ferrea convinzione che la nostra città sia un bene che dobbiamo custodire, difendere, ricostruire, valorizzare. Lavorando a soluzioni concrete per problemi che vanno affrontati adesso, senza andare indietro a suggestioni estreme o velleitarie, governando con la fermezza delle scelte e la moderazione dei toni". Lo afferma la parlamentare della Lega, Valeria Sudano, che ha ritirato la propria candidatura a Sindaco di Catania dopo settimane di trattative con i membri della coalizione di centrodestra ed una campagna pubblicitaria già avviata in città.

"È con questo spirito - aggiunge- e con la consapevolezza di poter dare tutta me stessa, per essere all’altezza di questo compito, che raccogliendo l’invito del mio segretario nazionale, ho messo la mia candidatura a disposizione della coalizione e della mia comunità, venendo letteralmente travolta da un entusiasmo, da una passione, da una voglia di fare e di essere al mio fianco che mi hanno emozionato. Soprattutto, mi hanno ulteriormente responsabilizzato rispetto all’entità, enorme, della sfida: rifare Catania. Un obiettivo per la cui realizzazione sono necessarie l’unità della coalizione di centrodestra, l’unica che può garantire un governo credibile e all’altezza del compito, e la continuità di azione con il governo nazionale e regionale, perché la situazione di difficoltà economica in cui si trova Catania può essere risolta solo con una interlocuzione continua e costante con Roma e con Palermo".

"Ecco perché - continua- quello che faccio non è un passo indietro, né di lato: oggi, tutti insieme, facciamo due passi avanti nel tutelare l’unità del centrodestra, come strumento per proteggere Catania e riportarla verso un percorso di crescita. Un obiettivo, quest’ultimo - evidenzia Sudano- che è sempre stato il primo e unico interesse della Lega e della sua classe dirigente, attorno alla quale, in queste settimane, una moltitudine di cittadini si è aggregata con grande entusiasmo e partecipazione. Ringrazio il mio segretario Matteo Salvini - conclude- per aver creduto in me proponendomi la candidatura a sindaco della mia città; tutti coloro i quali mi hanno manifestato vicinanza e affetto, la Democrazia Cristiana di Totò Cuffaro e Noi con l’Italia di Maurizio Lupi per il sostegno leale; tutti i movimenti civici e i tanti esponenti della società civile che hanno contribuito con idee, progetti, soluzioni alla costruzione di una proposta che oggi affidiamo ad Enrico Trantino, con il quale a breve ci confronteremo sul programma politico e di governo della città, consapevoli delle tante emergenze della nostra Catania".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, Sudano: "Il mio non è un passo indietro, avanti per tutelare unità del centrodestra"

CataniaToday è in caricamento