Elezioni, gli eletti catanesi sono (quasi) tutte donne

Una delle novità di questa tornata elettorale è l'alta percentuale di donne elette nella provincia di Catania. La maggior parte nel Movimento Cinque Stelle, ma anche nel Pd l'unica sicura è una donna

Eugenio Saitta e Mario Giarrusso restano fuori dal novero, ma la maggior parte dei candidati eletti è donna. Le signore che arriveranno in Parlamento sono, per la maggior parte, del Movimento Cinque Stelle, ma anche il Partito Democratico porta a casa un piccolissimo risultato grazie a Valeria Sudano. Accanto a lei nella provincia catanese sono state elette le 'grilline' Simona Suriano a Misterbianco, Giulia Grillo ad Acireale, Nunzia Catalfo e Laura Paxia. Sono loro a rappresentare quasi in toto la schiacciante vittoria dei pentastellati sulle altre forze politiche. 

Trionfo del M5S, il commento di Giarrusso - VIDEO

Elezioni 2018, risultati Senato: chi ha vinto nel collegio di Catania

Giulia Grillo è un medico-legale catanese, già eletta alla Camera nel 2013, è stata una delle anime del Movimento etneo sin dall'inizio. Accanto a lei il capoluogo ha visto la senatrice Nunzia Catalfo, mentre le novità sono l'esperta di hi-tech Laura Paxia e l'esordiente Simona Suriano. "Oggi inizia la Terza Repubblica, che sarà finalmente la Repubblica dei Cittadini - scrive Giulia Grillo commentando la vittoria - Siamo l'unica forza politica che rappresenta tutto il territorio nazionale dalla Valle d'Aosta alla Sicilia. E questo ci proietta inevitabilmente al governo del Paese anche perché le coalizioni di centrodestra e centrosinistra non hanno la maggioranza".

Elezioni 2018, risultati Camera: chi ha vinto nel collegio di Catania

Elezioni 2018, risultati Camera: chi ha vinto nel collegio di Misterbianco

Elezioni 2018, risultati Camera: chi ha vinto nel collegio di Acireale

Elezioni 2018, risultati Senato: chi ha vinto nel collegio di Acireale

"Grazie, grazie davvero! Grazie ai 67721 di voi che hanno dato fiducia a me e soprattutto al Movimento 5 Stelle - ha commentato Laura Paxia - Purtroppo non è bastato a raggiungere la maggioranza assoluta, ma ci siamo riconfermati come prima forza politica del Paese, superando il 30% da soli". "Da oggi inizia la mia attività come vostra rappresentante alla Camera e ne sono felice - spiega ancora - Da oggi lavorerò duramente per rendere l'innovazione digitale e l'imprenditoria giovanile i fattori strategici per il rilancio dell'economia italiana. Il lavoro da fare sarà tantissimo, ma posso assicurarvi da subito il mio totale impegno alla causa e la mia completa disponibilità alle vostre richieste e proposte. Grazie ancora per avere scelto di cambiare". 

"Mi avete dato una gioia e una responsabilità immensa  - le fa eco Simona Suriano - I voti liberi di tutti i siciliani (e del Sud Italia) sono un grido assordante verso quella politica miope e sorda che ha lungo soggiogato, sfruttato, umiliato il meridione. Adesso è arrivato il nostro momento!". 

Il boom dei Cinque Stelle a Catania

In casa Pd, oltre a Valeria Sudano, eletta in Senato con il plurinominale, resta ancora l'ipotesi di un secondo posto in provincia di Catania che, secondo i bene informati, potrebbe essere ricoperto dal presidente del Consiglio di Catania, Francesca Raciti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento