Domenica, 26 Settembre 2021
Politica Misterbianco

Presentato il progetto amministrativo di M5S e Attiva Misterbianco

Il candidato sindaco La Piana: “Ripartiamo con l’ambizione di riportare legalità, difesa dell’ambiente, sostenibilità e cultura”

Una coalizione per Misterbianco nel nome dell’antimafia, della mobilità sostenibile, della difesa dell'ambiente, della cultura e della scuola. Questo il messaggio di cambiamento emerso dalla conferenza stampa tenuta questa mattina in città da M5S e Attiva Misterbianco, forza politica civica nata nel 2015), per lanciare il progetto amministrativo che vede Massimo La Piana come candidato sindaco. Presenti, tra gli altri, la deputata regionale Jose Marano, il deputato alla Camera Luciano Cantone, la vice sindaco Melina Mammana, insegnante e attivista del M5S a Misterbianco, e il fondatore di Attiva Misterbianco Igor Nastasi. Jose Marano ha evidenziato la necessità di un progetto politico “che sia un cambio di paradigma per Misterbianco tramite le battaglie storiche del Movimento cinque stelle”. “Il Comune di Misterbianco – prosegue Marano – non deve essere più sciolto per mafia e ha la necessità primaria di una svolta culturale nella gestione della cosa pubblica. Il nostro progetto amministrativo proietterà la città nel futuro: mobilità sostenibile, tutela ambientale, smart city, sostegno ai disabili, agli anziani e ai giovani. Sono questi i punti fondamentali del programma. Abbiamo al fianco la Misterbianco sana e perbene e Massimo La Piana saprà rappresentare il riscatto e la visione del futuro che è sempre mancata sinora”.

Il deputato Luciano Cantone ha evidenziato come la mobilità sostenibile sia uno dei punti fondanti del programma: “Misterbianco deve puntare a un nuovo tipo di mobilità, a una rete ciclabile innovativa e a migliorare i collegamenti con i punti di interesse dell’area metropolitana, in primis con l’università. Sappiamo che entro il 2026 vi sarà il collegamento con la metropolitana ma da qui a 5 anni non possiamo attendere. Occorrono soluzioni ponte per migliorare la mobilità verso Catania e verso l'aeroporto. Ci troviamo in una posizione strategica e non possiamo non pensare a una mobilità differente. Mobilità che potrebbe aiutare nella valorizzazione dei tanti bene storici e architettonici che abbiamo e che vanno messi a sistema, penso alle terme romane o al parco di Comparonazzo”. Ha tirato le fila il candidato a sindaco Massimo La Piana che ha annunciato il suo primo atto da amministratore: “Appena insediato con la mia giunta apporteremo una modifica allo statuto del Comune che sarà quello di inserire a chiare lettere il ripudio della mafia. La lotta alla mafia deve essere la stella polare e va applicata ogni giorno con i fatti, a partire dalla campagna elettorale che deve essere chiara e senza meccanismi di clientele e sospetti di voto di scambio”. Poi La Piana ha proseguito: “Noi siamo la prima scelta per i misterbianchesi. Siamo una scelta di fortissimo cambiamento e rappresentiamo la vera innovazione politica di questo passaggio amministrativo a Misterbianco. Dobbiamo riportare i cittadini alle urne lottando contro la sfiducia, contro il trasformismo contro lo sconforto che ha preso parte di questa comunità. La nostra coalizione è aperta al contributo anche di altre forze politiche e soprattutto delle forze civiche della città ed è una coalizione che si basa su precisi asset che vanno dalla tutela ambientale al sostegno delle fasce deboli. Abbiamo già dimostrato di avere una visione politica che va oltre al mero appuntamento elettorale e insieme al M5S abbiamo ottenuto risultati tangibili, come la rete Nose per segnalare l’inquinamento provocato dalla discarica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato il progetto amministrativo di M5S e Attiva Misterbianco

CataniaToday è in caricamento