rotate-mobile
Sabato, 24 Settembre 2022
Elezioni regionali 2022 Borgo / Via Eleonora D'Angiò

M5s, Di Paola a Catania presenta la sua candidatura e carica i suoi: "Recupereremo lo scarto"

Il candidato alla presidenza della Regione Sicilia prende spunto da 'Ogni maledetta domenica' e serra i ranghi. Tanti i temi trattati: il legame tra sanità e politica, l'emergenza rifiuti e l'aumento della Tari nella città etnea: "Elimineremo il sistema delle nomine e faremo un'unica Azienda sanitaria regionale"

"Come 'Ogni maledetta domenica'". Nuccio Di Paola, candidato alla presidenza della Regione Siciliana per il Movimento cinque stelle, veste i panni di Tony D'Amato, l'allenatore della squadra di football dei Miami Sharks interpretato da Al Pacino, per recuperare terreno rispetto alle altre forze politiche. Con il paragone, forse azzardato, Di Paola dà la carica ai suoi nell'incontro tenutosi oggi in via Eleonora d'Angiò, nella sede etnea del Movimento. "Recupereremo lo scarto che ci separa dalle altre forze politiche - sostiene Di Paola - perché dall'altra parte ci stanno sottovalutando e, a differenza del 2017 quando il centrodestra era compatto perché ci temeva, questa volta arrivano divisi e frammentati con un candidato che non è ben accetto da tutti i partiti della coalizione". Il riferimento è a Renato Schifani, primo candidato di Forza Italia a Palazzo d'Orleans. "La vittoria si ottiene un centimetro alla volta, un'ora alla volta, un giorno alla volta - rincara la dose l'attuale deputato all'Ars - ce la giochiamo questa partita e ringrazio il presidente Nello Musumeci per essersi finalmente dimesso, mettendo in difficoltà le strutture politiche di Cuffaro e Lombardo che non supereranno neanche lo sbarramento (soglia al 5%, ndr)".

Nuccio Di Paola, intervistato da CataniaToday, fa il punto sui primi giorni di campagna elettorale. 

Il legame tra sanità e politica, l'emergenza rifiuti, lo sport e i possibili accordi futuri. Sono i temi discussi in occasione della presentazione dei candidati catanesi alle elezioni nazionali e regionali, per le quali si andrà alle urne il 25 settembre, in quello che sarà un election day. "Abbiamo 17 giorni di tempo - spiega Di Paola -, Conte verrà qui tre giorni, ma nel frattempo dobbiamo girare per le strade cittadine e per i mercati e raccontare la nostra idea di politica e le buone proposte per la Sicilia". Prima tra tutte la scissione di qualunque legame tra l'esecutivo regionale e i vertici delle Aziende sanitarie provinciali (Asp). Ergo: le nomine dei direttori generali, sanitari e amministrativi. "Dovevano tagliare le liste d'attesa e non è stato fatto niente - sottolinea -. La sanità adesso è divisa per collegi elettorali, intendiamo rinnovarla in base ai bisogni dei cittadini". E il traguardo da raggiungere è l'istituzione di un'unica Azienda sanitaria regionale. Il prossimo passo sarebbe costituito dalla sburocratizzazione del corpus legislativo. "Prenderemo le oltre tremila leggi siciliane, quelle che fanno confondere i burocrati, e faremo dei testi unici - assicura il candidato - Il prossimo governo deve fare meno leggi possibili e accorpare quelle esistenti che bloccano i servizi per cittadini e imprese". 

di paola-2

Candidati etnei all'Assemblea regionale siciliana

Due consiglieri comunali, Graziano Bonaccorsi e Lidia Adorno, sono tra i protagonisti dell'opposizione alla giunta guidata prima da Salvo Pogliese, poi da Roberto Bonaccorsi e ora rimasta orfana di un punto di riferimento a seguito delle dimissioni di Pogliese per ricoprire una poltrona a Roma e in attesa della nomina di un commissario straordinario. "Il centrodestra ha devastato la nostra Regione e in particolare Catania - attacca Adorno - Ora è il momento di ricostruire questa terra, per esempio intercettando i fondi del Pnrr e dare la possibilità ai siciliani di utilizzare tali finanziamenti a fondo perduto per avviare quel processo di cambiamento verso una transizione green che possa renderci autonomi dal punto di vista energetico". Medesima posizione per il capogruppo in Consiglio Bonaccorsi. "La scelta di correre da soli in Sicilia è coraggiosa ed estremamente coerente - prende posizione il consigliere comunale - abbiamo lavorato sodo in Sicilia dimostrando l'incapacità politica e amministrativa del centrodestra che non riesce a risolvere la crisi dei rifiuti e premia gli amministratori locali con delle comode poltrone a Roma". E conclude: "Quel centrodestra che vorrebbe eliminare il reddito di cittadinanza che, invece, sta aiutando milioni di persone in reali condizioni di indigenza". 

Tutti i candidati

Nuccio Di Paola (deputato uscente, ingegnere), Jose Marano (esperta comunicazione  deputata uscente), Cristiano Anastasi (senatore uscente. ingegnere), Giuseppe Purpora  (ex sindaco, avvocato), Graziano Bonaccorsi consigliere comunale, imprenditore), Lidia Adorno (consigliera comunale, dirigente Miur),  Martina Ardizzone (ex consigliera comunale, studentessa), Teresa Corallo (ex consigliera comunale imprenditrice), Antonio Bonaccorso (ex consigliere comunale),  Angelo Attanasio (insegnante), Giampaolo Caruso (docente), Giuliana Gianna (avvocato, traduttrice legale, autrice di libri e articoli di diritto),  Sebastiano Valenti (informatico). 

Candidati alle Politiche nei collegi catanesi

Dal caro bollette allo sport tra i candidati al collegio uninominale per il Senato della Repubblica c'è l'ex consigliere comunale a San Giovanni la Punta Giuseppina Rannone. "I rincari energetici preoccupano famiglie e imprese italiane, dobbiamo abbandonare le politiche degli anni passati legate alle fonti fossili come gas e petrolio - è la posizione di rannone -. La soluzione del Movimento, per la quale mi impegnerò in prima perona, è l'autoproduzione, l'autoconsumo e l'efficientamento energetico". Dalla questione sanità alla salute il passo è breve e transita dallo sport. È una delle bandiere portate avanti da Gabriele Liuzzo, candidato alla Camera dei deputati. "Mantenere i cittadini in uno stato di salute alto, sfruttando il lavoro dei professionisti dello sport aiuterà a lungo termine a determinare un risparmio ingente sulla medicina di emergenza - dice chi come Liuzzo è chiniesologo clinico di professione - Sensibilizzare la popolazione, nonché prescrivere e accreditare l’attività motoria con una 'Ricetta Verde', permetterà allo Stato di mantenere attivi e in salute i propri cittadini". E nelle intenzioni di Liuzzo ci sarebbe la riqualificazione di stadi e impianti sportivi nonché il potenziamento dell'offerta dei servizi di Pronto soccorso. Insomma- conclude - la creazione di un sistema che coniughi salute e sport e che contribuisca alla lotta alla mafia sportiva esistente nel territorio". 

Tutti i candidati

Camera: Luciano Cantone (deputato uscente, dipendente azienda privata controllo traffico aereo), Matilde Montaudo (avvocato),  Lele Liuzzo, (Chinesiologo clinico), Melita Scuderi (ricercatrice, specialista in democrazia e diritti umani ) Giovanni Carlo Amato (imprenditore). 

Senato: Giuseppina Rannone  (ex consigliera comunale. geologa e project manager).  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5s, Di Paola a Catania presenta la sua candidatura e carica i suoi: "Recupereremo lo scarto"

CataniaToday è in caricamento