rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Politica

Villari e Bosco passano con Cateno De Luca: "Condividiamo un percorso comune per la Sicilia"

Entrano a far parte di Sicilia Vera anche Vincenzo Di Silvestro, Rosa Contino, Federica Giangreco e Paola Marletta

"L'uscita dal PD è stata causata da un partito divenuto verticistico con un uomo solo al comando. Ben lontano dal partito plurale che ho contribuito a fondare e che ho servito per anni. Di questa fase è delle relative conseguenze dovrà assumersi le responsabilità l'attuale segretario regionale". E' quanto dichiarato oggi da Angelo Villari, ex segretario provinciale del PD, che questa mattina ha tenuto una conferenza stampa congiunta con il leader di "Sud chiama Nord" Cateno De Luca, che lo ha accolto tra le sue fila in vista delle prossime elezioni regionali del 25 settembre. "La mia candidatura nella lista 'Sicilia Vera' a sostegno di Cateno de Luca è dovuta in primis ad una motivazione politica che mi vedrà impegnato in una lista civica ed indipendente. Avrò inoltre piena agibilità politica in linea con la mia storia ed il mio profilo. Questo movimento vuole rappresentare il civismo e porta con sé l'esperienza di tanti sindaci e di tanti amministratori e rappresenterà le istanze dei cittadini all'Ars".

Insieme ad Angelo Villari, già assessore ai Servizi Sociali di Catania, entrano a far parte di Sicilia Vera l’ex assessore regionale alle Infrastrutture Luigi Bosco, Vincenzo Di Silvestro, Rosa Contino, Federica Giangreco e Paola Marletta.

"Condivido quanto detto da Angelo– ha ribadito Bosco - la direzione regionale del Pd si è chiusa e ha posizionato i suoi colpi. Avrebbero potuto evitare tutto ciò, ma mancano le giuste competenze. Voglio dare il mio contributo alla Sicilia. La mia visione si specchia in quella di Cateno De Luca. Perché non bisogna solo avere le idee, ma anche saperle realizzare".

"Come abbiamo ripetuto fin dal primo giorno della nostra campagna elettorale - ha detto De Luca- noi abbiamo chiesto a uomini e donne libere di sposare il nostro programma per cambiare la Sicilia, mettendo da parte le ideologie. Angelo e Luigi, insieme agli altri candidati, stanno mettendo la propria competenza a disposizione del territorio e della nostra Isola per liberarla dalla 'banda bassotti politica'. Non sopporto i processi sommari che vengono fatti alle persone. Non accetto che un uomo come Angelo Villari, nella sua funzione di segretario provinciale del partito, ad un certo punto venga buttato via in nome di una strategia che nulla ha a che vedere con il territorio. Il nostro è un progetto plurale, che al suo interno accoglie diverse sensibilità, con percorsi diversi ma obiettivi comuni. Oggi non c'è alcun 'passaggio', ma la condivisione di un percorso comune per il bene della Sicilia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villari e Bosco passano con Cateno De Luca: "Condividiamo un percorso comune per la Sicilia"

CataniaToday è in caricamento