Elezioni studentesche, la lista Uniurbe ha più di 20 rappresentanti

Si sono concluse le elezioni studentesche in cui sono stati eletti i rappresentati degli studenti in seno all'Istituto e alla Consulta

L' associazione studentesca UniUrbe si riafferma sulla scena della rappresentanza studentesca negli Istituti superiori della provincia di Catania.  Si sono concluse, infatti, le elezioni studentesche in cui sono stati eletti i rappresentati degli studenti in seno all'Istituto e alla Consulta. UniUrbe vanta più di venti rappresentanti. Tra questi i primi a promuovere ed aderire al progetto sono Arcidiacono Giovanni, Battaglia Matteo, Borzì Rosario, Bulla Nicolò, Carbonaro Filippo, Carta Graziano, Catania Federico,Di Mauro Andrea, Leonardi Mario, Pagano Dennis, Privitera Giacomo, Rizzo Giovanni.

"Non c'è istruzione senza informazione -afferma Francesco Zappalà, coordinatore dell'associazione studentesca UniUrbe- e questo progetto è la prova che i giovani credono ancora nella scuola e nella formazione per investire sul loro futuro. Infatti si continua a lavorare per portare in consulta idee sempre più innovative, e questo sarà possibile attraverso la sinergia tra i membri e il sostegno da parte degli studenti. Ci tengo a ringraziare Marco Piro e Francesco Ferlito per il sostegno nella continuità del progetto e per l'essermi stati vicini nei momenti di difficoltà. Ed estendo i miei ringraziamenti a Danilo Alemanni, Giacomo Antronaco, Antonino Ricciardi e Giuseppe Tropea per il loro supporto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento