Elezioni Misterbianco, paura e dubbi sulla regolarità del voto: "Lasciare il telefonino ai presidenti di seggio"

A pochi giorni dalle consultazioni popolari emergono polemiche e preoccupazioni. Il candidato sindaco Marco Corsaro: "Scongiurare il voto controllato"

A lanciare l'allarme sono I consiglieri comunali di Misterbianco Salvatore Foti, Rossella Zanghì, Pippo Basile, Salvatore Adornetto ed il candidato sindaco Marco Corsaro "Bisogna scongiurare l'eventualità che si verifichino episodi di voto controllato - ha detto Corsaro - crediamo sia necessario difendere la possibilità di libera espressione del voto che spetta ai cittadini chiamati domenica prossima alle urne".


La coalizione per la Città del Domani guidata da Marco Corsaro, di concerto con le forze dell'ordine, ha invitato durante un incontro pubblico gli elettori a lasciare in consegna i propri cellulari al presidente di seggio durante le operazioni per esercitare il diritto al voto.  "Non si possono barattare diritti per favori, chiediamo agli elettori - continua Corsaro -di far sì che il proprio voto sia rispettato ed invitiamo gli addetti alle operazioni di voto a mostrarsi sensibili su tale questione".

A suffragare le ragioni dei consiglieri comunali c'è la legge 96/2008 che recita: "È vietato introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini; il presidente dell'ufficio elettorale di sezione, all'atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale da parte dell'elettore, invita l'elettore stesso a depositare le apparecchiature indicate; chiunque contravviene al divieto (..) è punito con l'arresto da tre a sei mesi e con l'ammenda da 300 a 1000 euro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento