menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Maurizio Caserta incontra la Segreteria provinciale della Uil

Incontro di lavoro nella sede della Uil di Catania tra il segretario Angelo Mattone, presente anche tutta la sua segreteria provinciale e il candidato sindaco e capolista della sua lista civica “Per Catania”)

Incontro di lavoro nella sede della Uil di Catania tra il segretario Angelo Mattone, presente anche tutta la sua segreteria provinciale, e il candidato sindaco ( e capolista della sua lista civica “Per Catania”) Maurizio Caserta.

Il segretario provinciale della Uil nel dare il benvenuto  a Maurizio Caserta ha voluto subito sottolineare che “la Uil è delusa dalla politica e considera deludenti i rapporti sia istituzionali che politici. Ormai è stato sventrato l’istituto dei partiti politici e come Uil continueremo la nostra battaglia agli sprechi e su costi della politica”.

Mattone ha poi detto a Caserta che “la Uil apprezza la sua candidatura che considera di discontinuità rispetto alla politica e al comportamento dei partiti politici”. Il candidato Maurizio Caserta – nel ringraziare il segretario Mattone - ha ribadito  come basta andare in giro per la città per rendersi conto di come i catanesi ormai vivono in stato di emergenza

E Caserta si è poi confrontato con i dirigenti della sigla sindacale su vari problemi come quello della pressione fiscale e sui rimedi, che non possono essere solo quelli coercitivi, per dare respiro ai cittadini. Il professore  ha ancora una volta sottolineato che le banche sono ricche di depositi e non aprono le casse  ai nuovi investimenti. “Questa città è ricca di risorse, ma non sono mai state sfruttate. Dobbiamo rimettere le famiglie e le imprese in condizioni di ripartire”. Si è parlato anche del bilancio “ che - ha detto Caserta – non può servire solo a pagare i debiti fatti negli ultimi 20 anni di amministrazione, è intollerabile”. Si è parlato di spesa di entrate e di risorse.  E tra queste anche i rifiuti che, appunto “non devono essere più considerati solo dei rifiuti, ma delle risorse. La gestione dei rifiuti non può essere solo un costo e non si può continuare a dare la colpa del mancato avvio della differenziata alla presunta inciviltà dei cittadini-. Dei buoni amministratori devono creare le condizioni per mettere tutti i cittadini in condizioni di effettuare il loro dovere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento