menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Maurizio Caserta incontra i rappresentanti di Legacoop Catania

Secondo Caserta, la strada da seguire per la ripresa è quella della capacità di reperire risorse. "Non è possibile che il bilancio serva a pagare i debiti contratti negli ultimi anni. Abbiamo l'obbligo morale di restituire alle famiglie le risorse e alle imprese la capacità di investire"

Nell’ambito degli incontri istituzionali con i candidati alla poltrona di primo cittadino di Catania, i rappresentanti della Legacoop di Catania si sono confrontati con il professor Maurizio Caserta. Il ruolo e le priorità della cooperazione e l’importanza dell’edilizia abitativa in cooperativa, sono state illustrate dal presidente provinciale della Legacoop Giuseppe Giansiracusa che ha sottolineato l’importanza di nuove forme di cooperazione edilizia, considerato che le formule tradizionali hanno oramai esaurito il loro ruolo.

“Oggi si punta - detto - al recupero delle vecchie abitazioni attraverso l’ecosostenibilità o l’housing sociale”.Maurizio Caserta ha sottolineato l’importanza della sua proposta politica che viene offerta ai catanesi in un momento storico particolare, "dal quale si può uscire nel migliore dei modi o con le ossa rotte”. “Dipende da come si opera- ha spiegato-, la nostra comunità non è isolata dal resto del mondo, non possiamo ignorare quello che accade all’esterno, in ambito nazionale ed internazionale. Gli eventi e le tendenze che nascono e si sviluppano lontano da noi, prima o poi arriveranno e dobbiamo essere preparati ad accoglierli. L’apparente competizione che ha visto negli ultimi dieci anni contrapporsi centrodestra e centrosinistra non ha prodotto alcun beneficio; sarebbe inutile e persino difficile cercare colpe. Ora invece dobbiamo rimboccarci le maniche e creare nuove condizioni di sviluppo. Occorre dare spazio alle comunità e creare nuove soluzioni: non si possono più accontentare gruppi di potere che fanno accordi attorno ad un tavolo. Molti imprenditori sono rimasti fuori dai contesti economici in cui non riescono più ad inserirsi. Dobbiamo disegnare uno scenario in cui l’azione amministrativa sia ad ampio respiro, il governo della città deve recuperare prestigio. E questo può avvenire se l’amministrazione diventa regista e non attore. Le associazioni di imprese svolgono un’azione pubblica così come il mondo della cooperazione. E’ impensabile che queste restino fuori dalla concertazione sulle decisioni importanti”. A tal proposito lo stesso Giansiracusa ha evidenziato che la Legacoop è stata chiamata in extremis dalla Commissione Urbanistica ad  esprimersi sul Prg.

Secondo Caserta, la strada da seguire per la ripresa è quella della capacità di reperire risorse. “Non è possibile- ha concluso- che il bilancio serva a pagare i debiti contratti negli ultimi anni. Abbiamo l’obbligo morale di restituire alle famiglie le risorse e alle imprese la capacità di investire”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Consiglio comunale, seduta straordinaria sull'emergenza Covid

  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento