Elezioni Sindaco, i progetti di Caserta: il mare, la cultura, la musica e il turismo

Ecco i punti centrali: lidi aperti tutto l’anno, valorizzazione della Biblioteca Ursino Recupero, inizio della stagione turistica giá nel mese di febbraio con una grande manifestazione di musica, teatro e danza associata alla festa di Sant’Agata

"Mare, cultura e musica. Patrimonio immateriale che Catania possiede e che deve essere finalmente sfruttato per aiutare  l’economia locale". A conclusione del tavolo tematico su Cultura e Turismo, organizzato per consentire ai cittadini insieme al candidato sindaco Maurizio Caserta di formulare proposte concrete sul tema, sono emersi risultati importanti. Ecco i punti centrali: lidi aperti tutto l’anno, valorizzazione della Biblioteca Ursino Recupero, inizio della stagione turistica giá nel mese di febbraio con una grande manifestazione di musica, teatro e danza associata alla festa di Sant’Agata.

Queste le proposte concrete che il professore Caserta intende portare avanti, nate dalla concertazione con i cittadini che hanno partecipato ai tanti incontri  dedicati a turismo.

“Accanto all'insieme dei punti che riteniamo importanti, vorremmo issare alcune bandiere su alcuni di questi, verso i quali spenderci con particolare passione - spiega il professore-. Questi gli argomenti che ci stanno a cuore: il mare, la cultura di Catania, la musica e il turismo. Il mare d’inverno è un lusso che pochi possono permettersi, qui da noi è possibile e sarebbe stupido non coglierne tutte le opportunità, quindi lavoreremo per avere lidi aperti tutto l’anno.

La seconda proposta riguarda la valorizzazione della Biblioteca Ursino Recupero, con la preziosa sala Vaccarini -sottolinea ancora- un gioiello della città. La gestione della struttura è difficoltosa a causa del taglio dei fondi, non è civile che nessuno se ne occupi, la nostra idea è che la biblioteca deve essere rafforzata, ingrandita se possibile”.

La terza proposta invece concentra l’attenzione sulla destagionalizzazione. “La stagione turistica può iniziare da febbraio aprendo con una grande manifestazione associata alla festa di Sant’Agata di musica, danza, teatro e cultura. Una manifestazione che può durare anche 15 giorni con forme di teatro non convenzionale, con le tradizioni musicali della città e quelle che possono essere accolte. Vogliamo aprire la grande stagione di Catania che può durare anche nove mesi- conclude il professore- visto che il clima lo permette”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento