rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Elezioni Comunali 2013

Iannitti, replica a­­­ “Casa Catania” e ai comitati pro Bianco

"Bianco, se fosse coerente, non dovrebbe appellarsi alla Digos ma consegnarsi all'autorità competente come persona informata sui fatti". Lo ha detto Matteo Iannitti

“Apprendo dai giornali che Enzo Bianco, attraverso il suo comitato, ha fatto appello affinché si denuncino le illegalità elettorali in prossimità o dentro i seggi. Bianco, se fosse coerente, non dovrebbe appellarsi alla Digos ma consegnarsi all'autorità competente come persona informata sui fatti”. Lo ha detto Matteo Iannitti, candidato alla carica di sindaco e al Consiglio comunale per “Catania Bene Comune”.

“I reati elettorali che cita il responsabile della sua campagna- spiega Iannitti- sono in gran parte compiuti da candidate e candidati in sostegno delle liste di Bianco, che sul suo nome stanno facendo convergere i voti. Delle due l'una: se Bianco sa chi sono i candidati che stanno agendo nell'illegalità e nel totale disprezzo della democrazia, dovrebbe assumersi la responsabilità di averli messi in lista; oppure, se non li conosce, dovrebbe spiegare come si candida ad amministrare Catania chi non riesce nemmeno a controllare le proprie liste”.

“Catania Bene Comune” torna a fare appello a tutti i cittadini affinchè vigilino e denuncino le irregolarità ai seggi: “Bianco, come Stancanelli,- ha concluso Iannitti- sta facendo incetta di voti accaparrati con l'arroganza e la violenza. Se ne assuma la responsabilità. Dobbiamo liberare Catania dalla Mafia, dalla corruzione, dalla speculazione, ma anche da un’ipocrisia ormai diventata insopportabile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iannitti, replica a­­­ “Casa Catania” e ai comitati pro Bianco

CataniaToday è in caricamento