Elezioni Comunali 2013

Elezioni Sindaco, rinviate le votazioni: alle urne il 9 e il 10 giugno con nuove regole

Nuovo slittamento per consentire di andare alle urne dopo una riforma che preveda doppia preferenza di genere e schede separate per Sindaco e Consiglio comunale. Allo studio una variazione della soglia di sbarramento dal 5 al 4 per cento

Voto spostato in Sicilia.  La giunta siciliana, "al fine di favorire l'inserimento delle donne nella vita politica e istituzionale" e per consentire l'approvazione all'Ars del doppio voto di genere, ha deliberato di posticipare al 9 giugno la data delle elezioni comunali, precedentemente fissata il 25 e 26 maggio.

Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta ha dato mandato all'assessore alle Autonomie locali Patrizia Valenti di emettere il relativo decreto.

In particolare, sono tre le novità uscite dai lavori della commissione Affari istituzionali dell'Ars: lo sbarramento per le amministrative passa al 4%; mentre viene introdotta la doppia scelta uomo-donna per i consigli comunali. Via libera anche alla stretta sui rimborsi ai datori di lavoro dei consiglieri comunali: la nuova norma, in sintesi, prevede che i rimborsi siano dovuti esclusivamente per i dipendenti che risultino essere stati assunti in data antecedente all'avvenuta elezione. Il datore di lavoro dovrà allegare, alla prima richiesta di rimborso, le certificazioni attestanti la data di assunzione del consigliere eletto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Sindaco, rinviate le votazioni: alle urne il 9 e il 10 giugno con nuove regole

CataniaToday è in caricamento