Elezioni Amministrative 9 e 10 giugno, "istruzioni" sul voto

La scheda elettorale per votare il sindaco scelto e il consiglio comunale è di colore azzurro. Si vota mettendo una "croce"sul nome del candidato sindaco, una "croce" su una delle liste collegate o meno e, infine, indicando la preferenza - che può essere doppia - per una donna e per un uomo

Domenica 9 e lunedì 10 giugno si vota per scegliere il nuovo sindaco e rinnovare il Consiglio comunale e i consigli circoscrizionali. I catanesi che sono chiamati al voto sono 267.701: più donne (142.211) che uomini (125.490). Dai dati dell'ufficio elettorale del Comune di Catania, i giovani che hanno compiuto 18 anni e, quindi, votano per la prima volta sono 1.197 di cui 746 ragazzi e 646 ragazze. Una città poco giovane, quindi.

I candidati alla poltrona di Sindaco di Catania sono sei. Raffaele Stancanelli, sindaco in carica, corre per il centrodestra e con il sostegno di quattro liste: Pdl, Grande Catania, Forza Catania e Tutti per Catania. Enzo Bianco, esponente del Pd, è sostenuto anche da Il Megafono-lista Crocetta, Democrazia Federale, Patto per Catania, Primavera per Catania, Sinistra per Catania, Articolo 4 e dal Partito Democratico. Matteo Iannitti con Catania Bene Comune, Maurizio Caserta con la lista Per Catania Maurizio Caserta, Tuccio D’Urso con Aggiusta Catania, mentre Lidia Adorno è la candidata del Movimento 5 Stelle.

LA PROVINCIA DI CATANIA AL VOTO: TUTTI I NUMERI

In linea generale, la scheda elettorale per votare il sindaco scelto e il consiglio comunale è di colore azzurro. Si vota mettendo una "croce"sul nome del candidato sindaco, una "croce" su una delle liste collegate o meno e, infine, indicando la preferenza - che può essere doppia - per una donna e per un uomo.

Tra le novità di queste elezioni amministrative, c'è il “voto confermativo” introdotto con la legge regionale 6 del 5 aprile 2011 che nel comma l sostituisce il comma 3 dell'articolo 2 della legge regionale 15 settembre 1997 n. 35: il voto espresso dall'elettore per la lista dei candidati al consiglio comunale non si estende al candidato sindaco cui la stessa è collegata e viceversa (c.d. effetto trascinamento). Ciò comporta che l'elettore può esprimere la preferenza per un candidato sindaco e per una lista ad esso non collegata (c.d. voto disgiunto).

QUANDO UN VOTO E' VALIDO E QUANDO NO

COME FUNZIONA IL VOTO DISGIUNTO

COME RITIRARE IL CERTIFICATO ELETTORALE

DOPPIA PREFERENZA DI GENERE

Queste sono le municipalità di Catania: Prima Circoscrizione corrispondente alla ex Circoscrizione 1^ (Centro). Seconda Circoscrizione corrispondente alle ex Circoscrizioni 2^(Ognina – Picanello) e 4^ (Barriera – Canalicchio). Terza Circoscrizione corrispondente alla ex Circoscrizione 3^ (Borgo Sanzio). Quarta Circoscrizione corrispondente alle ex Circoscrizioni 5^ (S. Giovanni Galermo) e 6^ (Trappeto – Cibali). Quinta Circoscrizione corrispondente alle ex Circoscrizioni 7^ (Monte Po – Nesima) e 8^ (San Leone – Rapisardi).Sesta Circoscrizione corrispondente alle ex Circoscrizioni 9^ (S. Giorgio – Librino) e 10^ (S. Giuseppe la Rena – Zia Lisa).“

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento