La carica dei grillini catanesi: Giulia Grillo

Eletta alla Camera dei Deputati: 37 anni. Fidanzata e medico legale. Svolge la sua attività da libero professionista. Ha una specializzazione in bioetica e in valutazione del danno

Eletta alla Camera dei Deputati: 37 anni. Fidanzata e medico legale. Svolge la sua attività da libero professionista. Ha una specializzazione in bioetica e in valutazione del danno.

Nel suo profilo di candidata- ormai eletta- scrive:

"CV attivismo: nel 2006 iscrizione al meetup di Catania con banchetti e volantinaggi informativi. Raccolta firme per la proposta di Legge “Per un’altra TV”. 2006/2007 costituzione con P. Guarnaccia, L. Solarino, G. Franco e altri del comitato anti-inceneritori e successiva costituzione dell’associazione decontaminazione Sicilia con attività di informazione, dibattiti, azioni di protesta (conoscenza in quell’anno del Prof. Paul Connett). Attività di collaborazione con il giornale locale Isola Possibile; lotta contro le trivellazioni in Val di Noto (comitato no Triv); lotta contro le privatizzazioni dell’acqua pubblica nei comuni di Ragusa (con B. Grimaudo e padre Zanotelli);lotta contro la costruzione delle villette in contrada Xirumi; costituzione del comitato cittadino “NOI decidiamo” con la finalità (raggiunta) di far approvare il regolamento attuativo per l’uso degli strumenti di partecipazione popolare nel comune di Catania; partecipazione alla nascita del comitato Addio Pizzo di Catania; attività di organizzazione dei due V-Day di Catania; candidata alle regionali siciliane del 2008 con lista “Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano Presidente”;nel 2010 partecipazione alla nascita ed attività dell’associazione “Rifiuti Zero Catania”;nel 2011 partecipazione alla campagna referendaria per l’acqua pubblica e contro il nucleare;partecipazione come referente provinciale del M5S di Catania alle regionali siciliane del 2012. CV professionale: diploma di maturità scientifica; laurea in medicina e chirurgia; diploma di specializzazione in Medicina Legale e delle Assicurazione; master in bioetica; master in valutazione del danno alla persona. Buona conoscenza lingua inglese (first certificate). Discreta conoscenza della lingua francese. Ho sempre svolto e svolgo in atto attività libero professionale come medico-legale con particolare competenza in materia di risarcimento del danno e previdenziale"

Dichiarazione di intenti per il parlamento:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

1) realizzare con tutti mezzi la democrazia partecipata, portare fuori dalle istituzioni tutte le informazioni, portare i cittadini dentro le istituzioni (quindi refrendum senza quorum  etc.) 2) realizzare il programma nazionale in particolare tutti i punti a costo zero che interrompono il ciclo di autoalimentazione delle oligarchie e dell’intromissione di privati nella gestione della cosa pubblica; 3) evidenziare le incongruenze del fiscal compatc e tutelare la sovranità nazionale in modo che non possa sottostare a nessuna banca o organo economico sovranazionale; 4) realizzare una politica fiscale che consenta prelevi  più equi fondati sulla capacità contributiva e non si fermi al tetto di reddito dei 75.000 colpendo solo la classe medio bassa; 5) realizzare il punto del programma che prevede il reato di strage  a carico degli amministratori e politici che operino scelte cui conseguono danni alla salute e danni ambientali 6) dato l’enorme costo sia economico che emotivo della patologia oncologica “ rectius cancro”,  investire quante più risorse possibili nella prevenzione quindi bonifica dei territori, disincentivo dell’uso del petrolio, informazione assidua costante e martellante su stili di vita sani, incentivo dell’uso di prodotti alimentari locali, chiara indicazione nelle etichette dei cibi sulla possibile presenza di farmaci (antibiotici) nelle carni e di prodotti chimici nelle verdure, frutta e ortaggi; per la terapia affidare ad una commissione di esperti indipendenti da logiche economiche di valutare l’efficacia di tutte le terapie del cancro da quelle dette convenzionali a quelle non convenzionali e predisporre negli ospedali eventuali alternative terapeutiche a quelle attuali; 7) inserimento di percorsi assistenziali mirati alle differenti patologie croniche che incidono sulla autonomia del paziente (malattie genetiche, autoimmuni, psichiatriche, oncologiche ecc…); 8) Istituzione del reddito di cittadinanza mediante la predisposizione di adeguati strumenti volti all’inserimento dei disoccupati nel mondo del lavoro e disincentivi al mantenimento dello stato di disoccupazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Sparatoria in viale Grimaldi, si indaga per il movente: c'erano anche bambini in zona

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Allerta meteo arancione su Catania per possibili temporali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento